Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Palermo è in super forma: Stellone sceglie il 4-3-1-2

Il Palermo è in super forma: Stellone sceglie il 4-3-1-2

Dopo Pescara, ecco il Palermo. Prosegue il “tour de “force del Cosenza che al “Renzo Barbera”, sfiderà i rosanero secondi in classifica domani pomeriggio. 

Secondi sì, ma potenzialmente primi, vista la partita in meno in confronto al Pescara che li precede in classifica di una lunghezza. Con 18 punti la squadra siciliana sta confermando in pieno il ruolo da favorita per il ritorno nella massima seria. Nonostante il solito Zamparini, abbia già fatto ciò per il quale è famoso: ovvero esonerare l’ allenatore. Il 28 settembre scorso, dopo l’unico ko stagionale in quel di Brescia, via Tedino e riecco Stellone, lo stesso trainer che aveva concluso la scorsa stagione, non riuscendo a riportare il Palermo in Serie A visto il ko nella finale play-off di Frosinone.

Il Palermo è reduce dalla netta vittoria di Carpi per 3-0 e, più in generale, ha colto 3 successi ed un pareggio nelle ultime 4 partite. I favori del pronostico sono ovviamente per loro. Per quel che riguarda la formazione, Stellone dovrà fare a meno dello squalificato Rispoli, appiedato per due giornate dal Giudice Sportivo, e degli infortunati Alastra, Lo Faso e Gallo. I rosanero dovrebbero scendere in campo con il 4-3-1-2, anche se Stellone ha annunciato turnover. In porta ci sarà Brignoli. I mezzo alla difesa Struna e Bellusci, mentre sulle fasce Salvi a destra e Aleesami a sinistra. In mezzo al campo Jajalo il regista con Murawski e Haas ai suoi fianchi. Il trequartista dovrebbe essere Trajkovski, mentre i due attaccanti Nestorovski e Puscas. Due curiosità. Dovrebbero partire dalla panchina due calciatori legati in qualche modo al Cosenza. Il primo, lo ricorderanno tutti, è il centrocampista Luca Fiordilino che in rossoblù giocò splendidamente nel 2015/2016, già allora in prestito dal Palermo. L’altro è Stefano Moreo, che fu vicinissimo a vestire la maglia del Cosenza, durante l’estate del 2016. L’allora ds Massimo Cerri partì per Milano nell’ultimo giorno di mercato, con la convinzione di avere già un accordo con l’attaccante allora di proprietà della Virtus Entella, che tanto bene fece in prestito a Teramo. Alla fine però un blitz del Venezia soffiò il calciatore al Cosenza, con Cerri che dovette ripiegare sullo svincolato Filippini. (Alessandro Storino)

PALERMO (4-3-1-2): Brignoli; Salvi, Struna, Bellusci, Aleesami; Murawski, Jajalo, Haas, Trajkovski, Nestrorovski, Puscas. In panchina: Pomini, Rajkovic, Pirrello, Ingegneri, Szyminski, Mazzotta, Accardi, Fiordilino, Chochev, Falletti, Embalo, Moreo. Allenatore: Stellone.

Related posts