Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rende, c’è l’esame Sicula Leonzio. Modesto: «Ci sarà da soffrire»

Rende, c’è l’esame Sicula Leonzio. Modesto: «Ci sarà da soffrire»

Modesto e i suoi hanno la serie possibilità di chiudere la settimana come primi nel girone nel caso il Rende riuscisse a vincere contro la Sicula Leonzio.

Ad un passo da Itaca… o più semplicemente dal primo posto. Un pezzo di mare, un punto divide la goletta (che tanto goletta non è) del Rende dal Trapani in testa al campionato. Modesto e i suoi hanno la serie possibilità di chiudere la settimana come primi nel girone, nel caso in cui i biancorossi usciranno vittoriosi dalla trasferta siciliana contro la Sicula Leonzio sperando almeno in un pareggio del Trapani a Caserta. «Non penso alla classifica – notifica istituzionalmente Modesto – ma partita per partita. Penso alla vittoria perché voglio i tre punti. Fino ad ora non ho mai pareggiato. Più punti facciamo meglio è. Inoltre, l’altro nostro obiettivo è quello di far crescere e mettere in mostra i nostri giovani. Ricordiamoci una cosa… il campionato è ancora lungo».

Per quanto riguarda il presente: «Sicuramente i calciatori hanno la mente molto più libera – afferma Modesto – in virtù di questi risultati fin qui raggiunti. Quindi, riescono a lavorare con un’intensità maggiore sentendo, anche, di meno la pesantezza della partita. Tuttavia, ogni partita in più sarà molto più difficile». Uno dei due gol, che hanno consentito, alla fine, alla Sicula di battere la Viterbese è arrivato da calcio d’angolo. In questo campionato i biancorossi hanno sofferto e non poco sui calci piazzati. «Abbiamo lavorato molto nella settimana su questo aspetto, cambiando saltatori. Purtroppo i calci piazzati – ironizza Modesto – sono una lotteria da cui si fanno, ma si subiscono tanti gol. Noi abbiamo sofferto e, magari, ci è venuta l’ansia dei calci piazzati. La Sicula ne ha fatti 4-5».

I siciliani sono una squadra forte. Dal portiere Narciso (ex Foggia), all’attaccante Ripa passando per Marano, Aquilanti, Juanito Gomez (ex Hellas Verona). «La Sicula gioca bene a calcio. L’ho vista più volte – dice il mister -, loro cercano di giocare partendo da dietro con le mezze ali Marano e Gammone. In avanti hanno tanta gente esperta come Gomez. Sarà una bella partita, da giocare a viso aperto. Dovremo inizialmente soffrire per poi giocarcela».

Parlando di formazione anti-Sicula, Modesto non potrà utilizzare l’esterno crotoniate Giannotti, oltre a Negro, Actis Goretta e Gigliotti, mentre Galli sarà convocato, ma, come contro la Reggina, partirà dalla panchina. «Tutti gli altri stanno bene – continua il tecnico del Rende – il che mi da la possibilità di avere ampia scelta». Consolidato il 3-4-3, l’undici titolare sarà composto in questo modo: Savelloni in porta; Germinio, Minelli e Sabato in difesa, mentre a centrocampo Viteritti (forte della sua super prestazione contro la Reggina) e Blaze occuperanno le corsie laterali e nel mezzo ci saranno Franco e Awua; l’attacco sarà, ancora una volta, affidato al trio Laaribi-Rossini-Vivacqua. (Giulio Cava)

RENDE (3-4-3): Savelloni; Germinio, Minelli, Sabato; Viteritti, Franco, Awua, Blaze; Laaribi, Rossini, Vivacqua. A disp.: All.: Modesto. A disp.: Borsellini, Palermo, Sanzone, Calvanese, Godano, Di Giorno, Cipolla, Galli, Crusco. All.: Modesto

Related posts