Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Corigliano si distrae e recrimina. Il Soriano ringrazia (2-2)

Il Corigliano si distrae e recrimina. Il Soriano ringrazia (2-2)

Il Corigliano gioca bene, incanta, poi si distrae e subisce, salvo infine sprecare una quantità di palle gol inverosimile.

n tutto ciò, resta il rammarico per un paio di penalty chiesti nella prima frazione e non concessi ma, soprattutto, per la rete del 3-2 ingiustamente annullata a Giovanni Foderaro al terzo minuto di recupero, cui l’arbitro – su segnalazione del guardalinee – fischia un fuorigioco che, persino ad occhio nudo (le immagini video poi confermeranno che l’attaccante coriglianese era in linea), aveva destato più di qualche dubbio. In tutto ciò, c’è da dire che il Soriano ha avuto il merito di arrivare al cospetto della capolista deciso a fare una gara senza troppe ansie e con il preciso scopo di giocare di rimessa e aprirsi allo scopo preciso mettere in difficoltà i locali. Per un tempo, difatti, i ragazzi di mister Saladino ci riescono, salvo poi subire il ritorno dei coriglianesi – orfani nella ripresa di Piemontese, infortunatosi a fine primo tempo – e doversi arroccare in area propria, dove solo la “dea bendata”, ieri evidentemente di spalle al Corigliano, salva le sorti reggine. Le prime azioni pericolose del match sono del Soriano, che al 4’ al 12’, con Fabio e Giuggiolone, impensierisce la difesa di casa. A seguire, dopo le proteste biancoazzurre per un presunto fallo in area su Piemontese, quest’ultimo sfiora il palo di testa e, subito dopo, Biondo da fuori area, con un gran destro a giro, beffa De Sio per il vantaggio del Corigliano. Passano due minuti e al 25’ Isgrò fa 2-0: l’esterno di casa si accentra saltando avversari come birilli e poi di sinistro batte ancora il portiere ospite. Il Corigliano a questo punto ha il demerito di rilassarsi troppo e, nel finale di tempo, il Soriano non solo si fa pericoloso, ma addirittura pareggia i conti e coglie anche una traversa. Al 35’ segna infatti Fabio con un preciso destro giro all’incrocio, al 42’ Giuggiolone coglie la traversa interna e al 47’, su svarione della difesa di casa, Curcio fa 2-2 battendo D’Aquino in uscita. Nel secondo tempo, dopo un gol sventato da D’Aquino su tiro di Stillitano, sale in cattedra il Corigliano con svariate azioni da gol nitide. Si inizia al 12’, con Foderaro G. che sfiora il palo di testa; al 20’ Isgrò conclude di poco a lato da posizione favorevole, al 27’ Biondo di testa alza troppo la mira, al 36’ Gullo al volo sfiora il palo, al 45’ Lamorte spara fuori di centimetri e al 47’, dulcis in fundo, Foderaro G. coglie la traversa di testa su cross di Isgrò. Dopo il suddetto gol annullato a Foderaro G. al 48’st e al termine dei 7 minuti di recupero concessi dal direttore di gara per il tempo perso al 40’st (espulsioni di Perri e di un dirigente ospite), finisce il match. I biancoazzurri, pur recriminando, escono comunque dal campo tra gli applausi, meritati, del pubblico di casa.

 

Ufficio Stampa e Comunicazione

Related posts