Tutte 728×90
Tutte 728×90

Morrone, Stranges non abbassa la guardia: «Il difficile viene adesso»

Morrone, Stranges non abbassa la guardia: «Il difficile viene adesso»

Lorenzo Stranges, allenatore della Morrone, ha staccato di tre punti il Sambiase, ma non si monta la testa: «E’ come se fossimo al 20′ del primo tempo. Ferraro capocannoniere? Gli dico che…».

Lorenzo Stranges guarda tutti dall’alto verso il basso, la Morrone nelle prime dodici giornate ha fatto meglio delle antagoniste e le risposte che aspettava sono arrivate puntualmente dal campo. Lo scorso weekend, insomma, è stato ricco di informazioni per l’allenatore granata, nonchédi sorprese provenienti da altri campi. Ma la vera notizia è la vetta solitaria per la sua squadra. «Non me l’aspettavo – commenta il tecnico – onestamente però non mi importa più di tanto. È come essere in vantaggio al 20′ del primo tempo, non conta nulla. Anzi, credo che possa indurci a rilassarci e non è proprio il caso di farlo».

Alla ripresa degli allenamenti il tecnico parlerà come al solito ai suoi calciatori al chiuso degli spogliatoi. «Dirò loro ciò che ribadisco da inizio stagione: testa al lavoro settimanale per preparare al meglio la prossima gara. Per quanto riguarda il 6-0 di sabato non potrò che complimentarmi con ogni singolo elemento per la prestazione offerta, spingendo tutti al massimo impegno giornaliero. Siamo sulla strada giusta per impegno, gioco e risultati, ma gli ostacoli sono dietro l’angolo».

I paragoni con le antagoniste in questo frangente si sprecano, ma Stranges predica calma. «Alla Morrone non devono interessare i risultati delle altre, ma tutti dobbiamo avere un solo pensiero. Credo sia giusto concentrarci sulla semina giorno dopo giorno e aspettare il raccolto. La mia squadra deve fare la corsa su se stessa, capire i propri limiti, i propri difetti, e migliorarsi col sacrificio e l’abnegazione in modo da ottenere il massimo. Se tutto ciò basterà, bene, altrimenti faremo i complimenti a chi ci arriverà davanti».

Tra i granata l’uomo copertina oggi è Ferraro, capocannoniere solitario del campionato con 11 centri. «A Luca dico che è un ragazzo speciale, ma il cammino per diventare grande è lungo. I margini di miglioramento sono ampi, deve insistere su quelli senza fermarsi mai. Ne è consapevole, tanto che in quanto ad impegno non posso davvero rimproverargli niente».

Stranges chiude analizzando il calendario. «Il match con il San Marco è acqua passata, sabato la Morrone dovrà affrontare l’Amantea che ha colto una bella vittoria sulla Brutium. Affronteremo l’impegno con il massimo rispetto che si deve ad ogni avversario, ma noi abbiamo un unico obiettivo… questo nonostante io faccia da tempo il tifo per i blucerchiati».

Related posts