Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, dubbi di formazione a centrocampo e in attacco

Cosenza, dubbi di formazione a centrocampo e in attacco

Braglia ha provato il 3-5-2 con insistenza, ma ha le alternative pronte. Garritano spinge per tornare dal 1′, davanti Baclet o Maniero?

La conferma del 3-5-2 che con il Benevento ha ben figurato vanta alte percentuali. Braglia, nel corso della conferenza stampa di questa mattina, ha evidenziato come abbia raccolto valide indicazioni di recente. Ha parlato di una maggiore consapevolezza e della sensazione positiva circa l’esito finale del campionato. Non ha espresso dubbi sulla salvezza del Cosenza, cosa che già lasciavano presagire le ultime prestazioni. Spezia a parte.

In difesa

Davanti a Perina, ormai portiere designato, a Venezia giostreranno Idda, Dermaku e Legittimo. E’ il pacchetto arretrato che al momento garantisce maggiore affidabilità, con il mancino che all’occorrenza può spostarsi lungo l’out e permettere un cambio di modulo.

Palmiero confermato

In molti a Cosenza sostengono che i rossoblù non possano fare a meno di Palmiero in cabina di regia. La buona prova offerta con i sanniti domenica scorsa lo pone in automatico in formazione, con soltanto due tra Mungo, Bruccini e Garritano ai suoi lati. L’impressione è che, rispetto all’ultima apparizione, potrebbe giocare dal 1’ Garritano. Sulle fasce Corsi e, probabilmente, D’Orazio.

Ballottaggio in avanti

Baclet sta facendo leggermente meglio di Maniero, ma non per questo è certo di indossare una maglia da titolare. Il ballottaggio è aperto, specialmente alla luce del fatto che il francese quando subentra dalla panchina qualcosa, di riffa o di raffa, se la inventa sempre. Tutino è intoccabile, anche se Baez preme per una maglia. Se dovesse giocare l’uruguaiano cambierebbe pure il modulo: 4-3-1-2 o 3-4-1-2 con D’Orazio o Garritano a fargli rispettivamente posto. (Antonio Clausi)

Related posts