Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, è Kupisz dell’Ascoli un obiettivo per la corsia di destra

Cosenza, è Kupisz dell’Ascoli un obiettivo per la corsia di destra

Il Cosenza ha chiesto Tomasz Kupisz all’Ascoli per coprire il vuoto lasciato da Bearzotti. E’ un laterale destro che può giocare su tutta la fascia.

Il Cosenza ha chiesto Tomasz Kupisz (’90) all’Ascoli per coprire il vuoto lasciato da Bearzotti. E’ un laterale destro che può giocare lunga tutta la fascia. L’obiettivo principale, come evidenziato in un ultimo articolo del 2018, era Ghiglione del Frosinone che trovava poco spazio in A. Il cambio di allenatore e la prestazione maiuscola del calciatore contro il Milan hanno spento le velleità dei rossoblù di portarlo al Marulla.

Kupisz, un laterale esperto

Kupisz è un laterale di nazionalità polacca che conosce molto bene la Serie B, categoria in un cui milita ormai dal 2014. Fu portato in Italia da Chievo Verona che gli regalò il debutto in Serie A nel turno conclusivo del campionato l’8 maggio del 2014 contro l’Inter. Entrò nella ripresa e giocò 28′ prima di essere dato in prestito al Cittadella tra i cadetti nel gennaio successivo. In 18 presenze risultò uno dei migliori con 4 gol e 4 assist. Stagione top l’anno seguente a Brescia: 40 partite, 6 gol e 8 assist che tuttavia non gli valsero il ritorno in A. Con il Novara, partito sì per dare l’assalto alla massima serie, 27 gettoni con 1 gol, poi l’esperienza di Cesena. In Romagna è tornato su livelli buoni con 4 centri e 4 assist in 31 presenze. Con il fallimento dei bianconeri, l’esperienza di Ascoli: nel girone di andata è sceso in campo 9 volte, anche contro il Cosenza all’esordio, senza però incidere come nelle previsioni.

Calciatore polivalente

Tomasz Kupisz è stato dichiarato cedibile dalla formazione marchigiana e gli operatori di mercato rossoblù lo hanno subito inserito tra i nomi più probabili da regalare a Piero Braglia. Il polacco ha una propensione naturale a dar manforte alla manovra offensiva quando la squadra è in possesso palla e riesce a scodellare al centro dell’area dei cross interessanti. Buona gamba e in carriera, come testimonia il suo score, è andato diverse volte a segno. Terzino destro o quinto di centrocampo fa poca differenza, Trinchera è pronto. (Antonio Clausi)

Related posts