Tutte 728×90
Tutte 728×90

«I medici che lavorano al Pronto soccorso di Cosenza sono eroi»

«I medici che lavorano al Pronto soccorso di Cosenza sono eroi»

Il presidente della commissione sanità del Senato, Pierpaolo Sileri, visita l’ospedale “Annunziata” di Cosenza.

Parole di elogio per i medici del pronto soccorso di Cosenza che «lavorano in condizioni non piacevoli, facendo turni massacranti e in luoghi davvero angusti» e una bordata al governatore della Calabria, Mario Oliverio al quale annuncia che «il governo potrebbe impugnare le ultime nomine dei dg calabresi». In sintesi, Pierpaolo Sileri, docente universitario, medico chirurgo ed esponente del Movimento Cinque Stelle.

«I medici che lavorano al Pronto soccorso di Cosenza sono eroi»
Pierpaolo Sileri, presidente commissione Sanità

Il presidente della commissione Sanità in Senato, Pierpaolo Sileri, era accompagnato dal presidente della commissione antimafia, Nicola Morra, docente del Liceo Classico “Telesio” di Cosenza, alla sua seconda legislatura col M5S.

Sileri ha visitato diversi reparti dell’ospedale “Annunziata” di Cosenza, parlando con medici, infermieri, oss e pazienti. Con loro ha avuto un confronto sulle criticità della struttura sanitaria cosentina, promettendo di ritornare in futuro.

All’uscita ha trovato diversi giornalisti e al sito lacnews24.it ha rilasciato alcune dichiarazioni, che riportiamo. «Siamo venuti a vedere come lavorano le persone all’interno del nostro servizio sanitario in Calabria. L’idea che mi sono fatto è a livello generale. La carenza del personale è il problema più importante, soprattutto nel reparto del “pronto soccorso”, dove i pazienti stanno in condizioni non piacevoli. Tornerò più volte, quando visiteremo anche altri ospedali». 

Sulle nomine dei dg calabresi da parte della giunta regionale afferma che «Oliverio ha innescato un problema importante, queste nomine non dovevano essere fatte. Il governatore non ha avuto rispetto dei calabresi». Prima della visita a Cosenza, Sileri insieme a Morra si è recato a Catanzaro dal procuratore capo Gratteri, al quale ha consegnato un esposto proprio sulle nomine della giunta regionale.

Related posts