Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tanti indisponibili in casa Ascoli. Vivarini inventa l’attacco

Tanti indisponibili in casa Ascoli. Vivarini inventa l’attacco

Ben sette gli uomini che non sono partiti per la Calabria. Mister Vivarini, ex calciatore del Cosenza per pochi mesi durante il 1990 sotto la guida Di Marzio, dovrà inventarsi l’attacco. Tanti i ballottaggi in casa bianconera.

 

Partita dal sapore antico domani pomeriggio al “Marulla” tra Cosenza e Ascoli. La sfida con i marchigiani ricorda i tanti duelli di Serie B che si sono giocati negli anni 90 tra le due compagini. Il match con i bianconeri non si disputa in partite ufficiali da ormai 17 anni. L’ulima volta fu nel 2002 ed a vincere fu il Cosenza per 1-0 grazie al gol di Oshadogan. Tornando ai giorni nostri la partita mette in palio tre importantissimi punti. L’Ascoli si trova tranquillo a metà classifica con 24 punti. Cinque in più del Cosenza ed a soli 2 dai play-off. L’inizio del girone di ritorno potrebbe dire tanto per quel che riguarda le ambizioni della squadra allenata da Vincenzo Vivarini. La speranza di agguantare la zona alta della classifica è tanta. Anche perchè i nomi che i bianconeri stanno cercando sul mercato, sono davvero importanti: da Calaiò fino ad arrivare a Iemmello passando per Scamacca. Attaccanti che certamente non hanno bisogno di presentazioni e che si andrebbero ad aggiungere a calciatori comunque di livello come i tanti già presenti nei marchigiani che, come primo innesto in questo mercato, hanno riportato in Italia il fantasista Chajia dall’Estoril. In estate il calciatore all’epoca al Novara, fu vicinissimo al Cosenza.

All’andata i lupi andarono vicinissimi al colpaccio. Infatti il gol nel primo tempo di Maniero fu raggiunto soltanto in pieno recupero da Brosco. Sono invece a favore del Cosenza gli ex della gara. Perez, Maniero e Legittimo infatti sono tre calciatori che in passato hanno vestito la maglia dell’Ascoli. Perez tra i tre è certamente quello rimasto più legato all’ambiente bianconero e proprio da lì fu prelevato da Trinchera nel calcio mercato di riparazione dello scorso campionato un anno fa. Nell’Ascoli invece c’è mister Vivarini che nel 1990, per pochi mesi, fu un calciatore del Cosenza sotto la gestione Di Marzio. A novembre di quello stesso anno però, l’allora attaccante si trasferì al Monza.

Per quel che riguarda la formazione mister Vivarini dovrà rinunciare a diversi uomini. Saranno out gli squalificati Addae e Ganz e gli infortunati Ardemagni, Zebli, Valeau e Coly. Indisponibile anche D’Elia. L’Ascoli dovrebbe schierarsi con il 4-3-1-2. In porta ci sarà Lanni. In difesa sulle fasce dovrebbero agire Laverone a destra e Valentini, in vantaggio su Quaranta, sulla sinistra. In mezzo Brosco e Padella. A centrocampo Frattesi, Troiano e Cavion con Casarini che cerca una maglia ed è pronto a subentrare. Dietro le due punte dovrebbe agire Ninkovic. Mentre in prima linea sicuro di una maglia è Beretta. Al suo fianco Rosseti più di Ngombo. (Alessandro Storino)

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni; Laverone, Brosco, Padella, Valentini; Frattesi, Troiano, Cavion; Ninkovic; Rosseti, Beretta. A disposizione: Bacci, Scevola, Quaranta, Kupisz, Carpani, Casarini, Baldini, Ngombo, Sarli. Allenatore: Vivarini

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it