Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza a Verona col vestito vecchio. Ma occhio ai cambi

Cosenza a Verona col vestito vecchio. Ma occhio ai cambi

Dermaku tiene in pensiero Braglia per una botta, Sciaudone raggiungerà la squadra in Veneto. Il Cosenza a Verona inizierà con il 3-5-2.

Per la prima volta nell’ultimo periodo i cambi del Cosenza non saranno più già scritti. Se non altro perché Baclet non c’è più, perché Garritano è praticamente out e perché il mercato ha regalato nuove frecce a Piero Braglia. Una su tutte Carlos Embalo, indicato a Trinchera dal tecnico per sua stessa ammissione. Il calciatore guineano entrerà nella ripresa come seconda punta oppure da esterno sinistro d’attacco: sarà l’inerzia del match a decidere come adoperare l’ultimo arrivato.

Il Cosenza con il vecchio modulo

La trasformazione in 4-3-3 è già partita, ma a Verona i Lupi si schiereranno con il 3-5-2. Braglia in conferenza stampa ha evidenziato come Baez non gli sia piaciuto nel test contro il Corigliano, lasciando ipotizzare che possa partire dalla panchina. Scontato, pertanto, il tandem offensivo composto da Maniero e Tutino. A centrocampo quintetto obbligato, dato che Sciaudone raggiungerà i nuovi compagni direttamente a Verona per accomodarsi in panchina. Dal 1′ giocheranno Corsi e D’Orazio sulle corsie laterali, Palmiero in cabina di regia, Mungo e Bruccini mezzali.

Dermaku stringe i denti

Nell’allenamento di ieri il centrale albanese Kastriot Dermaku ha chiuso la sessione in anticipo per una botta. Per nulla al mondo mancherebbe ad una sfida così importante come Verona-Cosenza e stringerà i denti. Capela comparirà di nuovo tra i convocati, ma ai lati dello stantuffo albanese prenderanno ancora posto Idda e Legittimo. In porta ci sarà Perina, ormai titolare della squadra. La squadra è partita per il Veneto subito dopo pranzo. (Antonio Clausi)

Related posts