Tutte 728×90
Tutte 728×90

Occhio alla scaramanzia. Cosenza, stesso tragitto e stessi hotel della finale…

Occhio alla scaramanzia. Cosenza, stesso tragitto e stessi hotel della finale…

Il Cosenza ha scelto gli stessi hotel di Bari e Pescara in cui alloggiò a giugno per spezzare il viaggio verso l’Adriatico. La scaramanzia ha il suo peso…

Stesso percorso, stessi hotel, stesso menù. La scaramanzia, si sa, vuole la sua parte nel mondo del calcio e così è stato anche per il Cosenza che ha lasciato la città in vista dell’anticipo di domani a Pescara. Già, l’Adriatico, uno stadio che dapprima ha regalato la salvezza in uno spareggio magico con la Salernitana di inizio anni ’90, poi la promozione in Serie B nei playoff col Siena.

Nessuno tocchi nulla

Con questi presupposti non c’è stato nemmeno bisogno di discutere dei dettagli: l’organizzazione della trasferta ha ricalcato per filo e per segno quella di nove mesi fa quando allo storico ritorno tra i cadetti mancavano poche ore. Tutino e compagni sono partiti ieri in direzione Bari, lì hanno alloggiato nello stesso hotel di giugno e cenato con le stesse pietanze. Addirittura c’è chi ha compiuto altri gesti scaramantici per rievocare quella notte intensa.

In Abruzzo

Oggi il trasferimento in riva all’Adriatico nella stessa struttura alberghiera che il giorno della finale ospitò la spedizione rossoblù tra mille confort. Ci sarà un allenamento di rifinitura in cui Braglia proverà gli ultimi schemi e si schiarirà le idee sulla formazione da mandare in campo. L’ipotesi più accreditata è il 3-4-3 con la rinuncia al regista. (Antonio Clausi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it