Tutte 728×90
Tutte 728×90

Serie A8: festa Palermo, è in A. Bologna, il tricolore ad un passo

Serie A8: festa Palermo, è in A. Bologna, il tricolore ad un passo

Il Bologna batte l’Empoli nel tiratissimo scontro diretto ed allunga in classifica mettendo le mani sul titolo. In A2 il Palermo batte la Roma e conquista la promozione con quattro giornate d’anticipo, al secondo posto la Fiorentina dovrà difendersi dalle inseguitrici Frosinone e Milan.

SERIE A1. Turno di riposo per il Foggia. Il match di apertura della diciottesima giornata di A1 è lo scontro diretto tra le pretendenti al titolo, Bologna ed Empoli, distanziate da soli due punti. La partita è equilibrata e, come spesso accade quando la posta in gioco è alta, c’è poco spazio per lo spettacolo, si gioca molto a centrocampo e le occasioni da rete nitide sono poche. L’incontro viene deciso nei minuti finali, su punizione da metà campo di Gagliardi il portiere toscano non riesce a bloccare la palla e Bria da pochi passi non può sbagliare, segnando l’1-0 e regalando tre punti pesantissimi alla propria squadra.
Risultato a sorpresa nel match tra Lazio e Torino, i biancazzurri hanno perso smalto e subiscono la terza sconfitta nelle ultime cinque giornate, i granata vogliono provare a conquistare un posto per i playoff e dimostrano maggiore brillantezza fisica e mentale rispetto agi avversari. Dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio grazie alla rete di Pianini, il Toro risponde con veemenza al momentaneo pari di Salimonti, segnando tre reti negli ultimi dieci minuti, autori dei goal sono Spadafora M. e Rizzuti (doppietta) per l’1-4 finale.
Il Verona batte 4-1 il Crotone e spera ancora di poter evitare i playout. L’incontro si decide nel primo tempo, gli scaligeri occupano bene il campo e segnano con Granata e Germino (2), nella ripresa il Crotone tenta il recupero ma riesce solo a ridurre il passivo, andando a segno con Sottile e Bilotto mentre i gialloblù dosano le forze e segnano la quarta rete con Germino (tripletta per lui).
Il Napoli interrompe la striscia positiva della Juventus che durava da cinque giornate ( 4 vittorie ed un pari con la capolista). I partenopei giocano probabilmente la loro miglior partita stagionale, attaccando con intensità e segnando dal primo minuto di gioco. I bianconeri tentano la reazione e rispondono al doppio vantaggio azzurro (Leonetti 1’ e De Santis 9’) con una rete su tiro deviato ma l’illusione dura un attimo, segnano in sequenza Esposito all’11’, Calabrese al 19’ e Leonetti al 20’ per il momentaneo 5-1 che chiude il primo tempo. La ripresa è più equilibrata, la Juve attacca e segna con Vigna al 36’, risponde Cesario al 38’, poi di nuovo Vigna al 41’ poi più nulla fino ai minuti finali durante i quali Esposito trova il modo di segnare due reti ravvicinate che chiudono l’incontro sull’8-3.
L’incontro tra Cagliari e Inter non si è disputato per indisponibilità dei nerazzurri pertanto la vittoria è stata assegnata a tavolino ai sardi con risultato di 3-0.

SERIE A2. Goleada del Palermo ai danni della Roma, la differenza di valori tecnici e di motivazioni tra le due squadre si è vista dal primo minuto. Il tabellino marcatori rosanero è firmato da Iemma (doppietta), Muraca e Perrotta (tre goal ciascuno), Campolongo, Saporito e per la Roma Semeraro. Con questa vittoria i rosanero conquistano matematicamente la promozione diretta in A1.
Se il Palermo non è ancora campione lo si deve alla Fiorentina che batte 5-3 il Venezia e mantiene le distanze dalla capolista ed ha un margine di cinque punti dalle inseguitrici Milan e Frosinone. Il match è stato equilibrato ed in bilico per tre quarti di gara, con i lagunari passati due volte in vantaggio nel primo tempo con Catalano al 9’ e Falsetta al 20’, la Viola ha pareggiato con Marsico all’11’ e De Giovanni al 22’ e portandosi in vantaggio ad inizio ripresa con Marano. Dopo il momentaneo pareggio di Musacco (45’ Ven) la Fiorentina si riporta in vantaggio con il solito De Giovanni al 48’ e chiude l’incontro al 53’ con Marsico.
Il Frosinone non va oltre il pari contro l’Atalanta che vuole provare fino all’ultimo a raggiungere i playoff promozione. L’incontro termina 2-2 con reti di Ciparrone (doppietta) per i gialloblù e Celano e Gagliardi per i nerazzurri e lascia scontente entrambe le squadre che avevano bisogno dei tre punti per i rispettivi obiettivi di classifica.
Per indisponibilità del Chievo, il Milan vince la partita 3-0 a tavolino e aggancia il Frosinone al terzo posto in classifica mentre i clievensi rischiano l’esclusione dai playoff dopo aver recitato una prima parte di stagione da protagonisti.
Come da pronostico, il Parma batte agevolmente l’Udinese con risultato tennistico di 7-1, per ducali segnano il capocannoniere del girone Bacilieri (tripletta), Scarnato (doppietta), Muglia e Chimenti, per i bianconeri va a segno Palmieri.

 

Related posts