Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, c’è un dubbio per reparto. Ma il 4-3-3 è più che un’idea

Cosenza, c’è un dubbio per reparto. Ma il 4-3-3 è più che un’idea

La rifinitura di oggi pomeriggio non ha svelato molto sulle scelte che Braglia farà domani col Crotone. Il ritorno al 4-3-3 però è sicuro.

Nonostante Piero Braglia abbia fatto un po’ di consueta pretattica in sala stampa, il Cosenza viaggia convinto verso il ritorno al 4-3-3. Questo per consentire alla sua formazione di potersi esprimere al meglio e di sfruttare pienamente il potenziale offensivo che non ha più defezioni da segnalare.

Sarà tridente

Embalo e Tutino saranno del match, la terza maglia se la giocano Maniero, Litteri e Baez. L’ordine non è casuale, perché ai pitagorici mancherà Spolli e un centravanti fisico potrebbe creare i presupposti per far male all’undici di Stroppa. L’ex attaccante del Venezia, invece, è tornato in gruppo da un paio di giorni dopo il problema al ginocchio e potrebbe servire a gara in corso come l’uruguaiano.

Centrocampo titolare?

Dopo gli accorgimenti di Lecce finiti male, Palmiero tornerà di sicuro in cabina di regia e Sciaudone giocherà dall’inizio. L’altra maglia se la contendono Bruccini e Garritano, ma nel caso soltanto per dare un po’ di respiro alla 33enne mezzala dei Lupi. Panchina per Mungo, Izco e Schetino.

Linea a quattro davanti a Perina

Il ritorno al 4-3-3 comporterà l’esclusione di uno tra D’Orazio e Capela perché Bittante, Legittimo e Dermaku restano intoccabili. Senza il terzino sarebbe l’ex Lecce a sistemarsi sulla fascia, viceversa non ci sarebbe bisogno di ulteriori approfondimenti. Occhio a Hristov, però: sta scalando posizioni. (Antonio Clausi)

Related posts