Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Crotone di Stroppa, ecco come i rossoblù hanno cambiato marcia

Il Crotone di Stroppa, ecco come i rossoblù hanno cambiato marcia

Il Crotone in questa stagione ha vissuto momenti difficili variando sistemi di gioco dal 3-4-3 al 4-3-3 fino all’attuale 3-5-2 di Stroppa.

Stroppa prima, Oddo poi, poi nuovamente Stroppa. Il via vai in panchina non è stato certamente di aiuto. Dopo molte difficoltà i pitagorici si sono riassestati e attraversano un buon momento di forma (6 risultati utili consecutivi con 4 vittorie e due pareggi).

La fase offensiva del Crotone

In fase d’attacco il modulo è il 1-3-4-1-2. I pitagorici in fase di costruzione bassa prediligono il 4+1 (con Benali si abbassa sulla linea di difesa) mentre in costruzione media il 3+1 (con i tre centrali di difesa e il play Barberis). Tra i tre centrali Golemic è quello che sembra avere più padronanza e personalità. Frequenti i casi in cui il centrale prova a guadagnare spazio e provare il cambio gioco (a Carpi è riuscito, spesso, ad innescare Sampirisi sul versante opposto visto che la squadra di Castori faceva molta densità in zona palla).

In fase di finalizzazione lavorano molto su Simy (26). Pettinari (27) o Machach (23) cercano inserimenti alle spalle del lungo giocatore nigeriano sfruttando il lavorano incontro del lungo che attrare un centrale e inserendosi nello spazio creatosi. Stroppa pretende anche gli inserimenti delle mezzale. In questo Benali (27) e Zanellato (21) forniscono buone garanzie. Soprattutto l’ex primavera Milan, Niccolò Zanellato, con i suoi 187 centimetri può garantire fisicità in area di rigore. Infine gli esterni. Firenze (26) e Sampirisi. Il primo ha gamba e soprattutto tecnica.

I suoi cross possono innescare i centimetri di Simy (199 centimetri) come accaduto in occasione del momentaneo vantaggio contro il Lecce. Per Sampirisi tanta corsa e più lucidità tattica soprattutto in fase difensiva.

Da segnalare anche che, con l’inserimento delle mezzale, si da la possibilità all’esterno opposto di entrare dentro al campo o inserirsi alle spalle dell’ultimo uomo. Quando le mezzale si allargano per andare in appoggio l’esterno, lato palla, va lungo guadagnando metri.

La fase difensiva del Crotone

Difesa a tre di partenza ma che, con l’arretramento di almeno uno dei due esterni, diventa sempre a quattro. Se la giocata si sviluppa su un versante, l’opposto deve sempre legare con la linea di difesa. Provano ad aggredire in avanti ma rischiano, in alcuni casi, di non accorciare con i tempi giusti. Contro il Perugia soprattutto Stroppa non sarà stato molto contento in tal senso. E in queste ripartenze il Crotone è stato protagonista anche si situazioni di inferiorità numerica e posizionali che, di fatto, hanno innescato le ripartenze.

Dicevamo, l’intento è di portare tanti uomini in zona palla per l’immediata riaggressione. Le letture dei tre difensori sono spesso anticipate. E questo se da un lato toglie profondità agli avversari, dall’altro consente un abbassamento che può dare un vantaggio a chi attacca per avvicinarsi alla porta.

Certo, la squadra di Stroppa tende a fare molta densità arrivati sui 20 metri per evitare imbucate. Di fatto concedendo l’ampiezza.

Va segnalato come, in fase difensiva, i pitagorici siano molto corti e stretti (lavorano nei 20 metri) dimostrando compattezza (solo 3 gol presi nelle ultime sei; 2 contro il Lecce e uno a Carpi) e trovando supporto anche nel lavoro sporco delle punte.


I calci piazzati del Crotone

Sui calci d’angolo contro si marca a uomo con due uomini a zona (Simy si posiziona tra il centro della porta e il primo palo in area piccola; mentre l’altro anticipa il movimento per ristabilire la parità numerica in zona d’angolo). Calci d’angolo a favore portano Simy sul primo (per infastidire la visuale del portiere e mettere centimetri su eventuali palle tagliate sul primo) e Golemic a ridosso del portiere; altri tre saltatori e una seconda palla. (Piero Bria

La probabile formazione

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Curado, Vaisanen, Golemic; Sampirisi, Zanellato, Barberis, Benali, Firenze; Simy, Pettinari. A disp.: Festa, Latella, Cuomo, Marchizza, Valietti, Tripaldelli, Milic, Gomelt, Rohden, Molina, Machach, Mraz. All.: Stroppa

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it