Tutte 728×90
Tutte 728×90

Primavera, il Crotone vince col Cosenza nei minuti di recupero (1-2)

Primavera, il Crotone vince col Cosenza nei minuti di recupero (1-2)

Gara emozionante nell’antipasto del derby Primavera. Il Crotone sul gong completa il blitz col Cosenza e gli animi si surriscaldano.

E’ il Crotone a vincere l’antipasto del derby di Calabria che si disputerà domani a Cosenza. Nel pomeriggio, però, la Primavera di Moschella ha vinto in casa di quella di De Angelis con un gol molto contestato nei minuti finali di gara che ha generato un piccolo parapiglia finale. Gli animi, tuttavia, si sono prontamente raffreddati dopo qualche momento di tensione. Il punteggio finale è stato di 2-1 al termine di un match molto combattuto.

Vantaggio pitagorico

Che beffa per il Cosenza agli ordini di De Angelis che nel derby casalingo contro il Crotone deve capitolare al 90 dopo un incontro tiratissimo. Dopo un inizio arrembante della squadra di casa, l’incontro si sblocca al minuto 35 del primo tempo con Sapone che su assist di Paparo è abile a mettere la palla sotto la traversa di prima intenzione battendo un incolpevole Quintero e portando i pitagorici sul risultato di 0-1.

Grande reazione del Cosenza

La ripresa vede i lupi cercare con veemenza il pareggio trovandolo solo verso l’ora di gioco con Amendola che, sugli sviluppi di un calcio piazzato disegna una parabola precisa che termina la sua corsa in fondo al sacco. Dopo 10 minuti dal pareggio, il Cosenza sfiora il raddoppio con Mascari ma la sua conclusione esce di poco a lato dai pali difesi da Latella. È un assedio dei padroni di casa che sfiorano la rimonta prima con il solito Amendola su calcio piazzato, ma questa volta la conclusione non ferisce la retroguardia pitagorica e, successivamente, con un’azione ben orchestrata da Nicoletti che mette in mezzo per Peguiron ma l’attaccante rossoblu di casa viene anticipato dalla difesa crotonese.

La beffa finale

Nel momento migliore del Cosenza, però, arriva la beffa. Minuto 90, Nanni supera in modo non proprio regolare Gagliardi, il direttore di gara non rileva alcunchè così, l’attaccante pitagorico, deve solo mettere la palla alle spalle di Quintero e riportare in vantaggio i suoi. Il gol dell’1 a 2 taglia le gambe al Cosenza che si innervosisce per il torto subito e non riesce più ad organizzare una manovra offensiva pericolosa e l’incontro, così, si conclude sul risultato finale di 2-1 per gli ospiti.  Da segnalare nel post gara nervosismo da parte delle due panchine. Soprattutto da parte di quella dei padroni di casa contro il direttore di gara, reo di non aver segnalato il fallo Dell attaccante crotonese nell’azione del 2-1.

Il tabellino di Cosenza-Crotone 1-2

COSENZA: Quintiero, Caiazzo, Santangelo (60′ Cardamone), Paglia, Salines, Gagliardi, Di Salvo (46′ Amendola), Misuri (56′ Nicoletti), Mascari, Peguiron, Licciardello. A disposizione: Rugna, Patitucci, Sernia, Tripoli, Militano, Cardamone,  , Amendola, Nicoletti, Moretti. Allenatore: De Angelis
CROTONE: Latella, Paparo (75′ Riga), Rodio, Carbone, Liviera, Lonetto (60′ Panza), Mariani, Sapone, Nanni, Ruggiero, Campanile (51′ Falzetta). A disposizione: La Rosa, Panza, Santoro, Miceli, Riga, Markovic, De Simone, Filosa, Tripoli, Falzetta. Allenatore: Moschella
MARCATORI: 35′ Sapone (KR), 66′ Amendola (CS), 90′ Sapone (KR)
ARBITRO: Fabio Natilla di Molfetta
NOTE: Osservato un minuto di silenzio per la scomparsa della madre del Presidente Guarascio. Giornata nuvolosa con precipitazioni. Spettatori circa 100.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it