Tutte 728×90
Tutte 728×90

Nasce “Controcorrente”, l’associazione politico-culturale al fianco del Pd

Nasce “Controcorrente”, l’associazione politico-culturale al fianco del Pd

L’associazione cercherà di essere presente nei vari territori provinciali per rendersi interprete delle loro esigenze e necessità.

Dopo una serie di seminari e dopo aver messo a disposizione, nei mesi scorsi, del Partito democratico calabrese un manifesto di idee sulla regione e sulla forma partito, è stata costituita l’associazione politico-culturale Controcorrente ad opera di una ventina di soci fondatori.

Quali sono gli obiettivi dell’associazione “Controcorrente”?

L’obiettivo è quello di fornire all’intero campo del centro sinistra momenti di riflessione e proposte di azione per ritrovare quel legame sentimentale con il popolo calabrese che da tempo pare spezzato come dimostrato dalle ripetute e sonore sconfitte elettorali del centro-sinistra.

Solo dando rappresentanza a queste istanze e riconnettendole in una visione d’insieme dello sviluppo della nostra regione, si può rianimare il dibattito pubblico su temi come il lavoro, le infrastrutture, l’ambiente, la sanità, temi che riguardano la vita quotidiana di ciascuno e che perciò possono riportare i cittadini a impegnarsi nella dimensione politica e a farlo, oltre il risentimento e la protesta, in un orizzonte costruttivo di rinnovata speranza.

I membri dell’associazione

L’associazione è fondata da soci provenienti da tradizioni, ambiti e territori diversi. Giovani amministratori, come i sindaci di Rovito, Felice D’Alessandro, e di Bisignano, Francesco Lo Giudice, e i consiglieri di Cosenza, Bianca Rende, di Rende, Carlo Scola, di Saracena, Rosita Leonetti.

Dirigenti di partito, come i segretari dei circoli Pd di San Demetrio Corone, Carolina Casalnovo e di Campana, Mimmo Lerose. Importanti dirigenti sindacali, come Gianvincenzo Petrassi, segretario regionale della UilTemp. Universitari come Francesco Scanni e Joseph Guida. Giovani professionisti come Luigi Gagliardi, Sergio Campanella, Marco Iusi.

A presiedere l’associazione è Antonio Tursi, già dirigente provinciale del Pd ed esperto del rapporto tra politica e nuove tecnologie di comunicazione.

Tra le prime iniziative su cui l’associazione sta lavorando, la presentazione del libro “Come la crisi economica cambia la democrazia” di Leonardo Morlino e di Francesco Raniolo, direttore del dipartimento di Scienze politiche e sociale dell’Unical. Inoltre, sono previsti una serie di incontri con i protagonisti delle prossime elezioni amministrative nelle importanti realtà urbane di Corigliano-Rossano e Rende.

Related posts