Tutte 728×90
Tutte 728×90

Omicidio colposo, assoluzione anche in appello per due dirigenti

Omicidio colposo, assoluzione anche in appello per due dirigenti

Confermata la sentenza del processo di primo grado conclusosi a Cosenza nel 2017.

La Corte d’Appello di Catanzaro ha confermato la sentenza di assoluzione del febbraio 2017 emessa dal giudice di primo grado di Cosenza, Manuela Gallo, che aveva assolto due dirigenti d’azienda, Paolo Capuano e Giovanni D’Andrea, dal reato di omicidio colposo di un dipendente dell’azienda, Gabriele Crocco, a seguito del suo decesso avvenuto nel 2009.

A parere della parte civile, rappresentata dagli avvocati Carlo Monaco e Innocenzo Palazzo, la sentenza doveva essere riformata perché la morte del Crocco era connessa alle presunte condizioni pericolose nelle quali si svolgeva l’attività lavorativa della vittima.

I giudici di secondo grado hanno rigettato l’appello della parte civile e ha accolto la tesi difensiva degli avvocati Pietro Perugini, Cristiano Baldini e Giuseppe Bruno confermando così l’assoluzione degli imputati.

Related posts