Tutte 728×90
Tutte 728×90

Elezioni Europee 2019: per cosa e come si vota

Elezioni Europee 2019: per cosa e come si vota

Si avvicina domenica 26 maggio, data delle Elezioni Europee 2019.

Ma per cosa si vota? E come si vota? Cerchiamo di fare chiarezza.

Per che cosa si vota alle Elezioni Europee

Per le elezioni Europee l’Italia viene divisa in cinque circoscrizioni elettorali: Nord-occidentale (I), nord-orientale (II), centrale (III), meridionale (IV), insulare (V). La Calabria fa parte della IV circoscrizione e il colore della scheda che vi sarà consegnata nel seggio sarà di colore arancione. Si vota per rinnovare il Parlamento Europeo, che ricordiamo è l’unica istituzione i cui membri sono direttamente eletti dai cittadini. Gli Eurodeputati sono 751, ma in numero di 73 per quanto riguarda l’Italia. Si vota insomma per eleggere i 73 deputati che ci rappresenteranno in Europa, eletti con sistema proporzionale. Bisogna ricordare che per avere accesso alla distribuzione dei seggi, i partiti devono superare la soglia di sbarramento del 4%.

Come votare

Le urne saranno aperte domenica 26 maggio dalle ore 7 alle ore 23. Può esprimere il proprio voto il cittadino che ha compiuto 18 anni. Per votare, bisogna chiaramente apporre una X sul simbolo della lista prescelta. In Italia sono previste le preferenze per i singoli candidati. E qui bisogna fare attenzione, perché le preferenze possono arrivare fino a tre, scrivendo il nome del politico a fianco del simbolo. Qualora vogliate esprimere la seconda o la terza preferenza, bisogna ricordare che il candidato deve essere di sesso diverso da quello indicato nella prima preferenza. Altrimenti le altre due scelte saranno annullate. Ricordate chiaramente di andare al seggio muniti della tessera elettorale e di un documento d’identità.

Related posts