Tutte 728×90
Tutte 728×90

Registro tumori a Rende, i 5 Stelle: «Promesse da campagna elettorale»

Registro tumori a Rende, i 5 Stelle: «Promesse da campagna elettorale»

«Avevamo avanzato una proposta in tempi non sospetti alla maggioranza, che l’ha respinta. Dagli altri candidati solo silenzio».

Il Movimento 5 Stelle di Rende, in corsa alle elezioni del 26 maggio con il suo candidato sindaco Domenico Miceli, dà battaglia ai suoi avversari. Nel mirino la questione del registro tumori comunale. «C’è qualche candidato a sindaco – si legge in una nota – che continua a buttare fumo negli occhi ai cittadini di Rende. In questi ultimi anni non si sono mai visti in Consiglio, non hanno contezza della realtà comunale, ma ora in campagna elettorale hanno proposte per tutte le problematiche. Come quella, seria e importante, dell’istituzione del registro tumori comunale».

Questione in merito alla quale, si legge, i 5 Stelle avevano avanzato una proposta «in tempi non sospetti» alla maggioranza, «che l’ha bocciata nel corso di una pubblica assise». Ma le responsabilità, per i pentastellati rendesi, sono anche degli altri aspiranti sindaci in corsa alle prossime amministrative, nessuno dei quali, affermano, «ha speso una sola parola per appoggiare la nostra iniziativa. Tranne rilanciare ora l’iniziativa in campagna elettorale».

«È bene ricordare ai cittadini che molti candidati a sindaco hanno già rivestito ruoli pubblici di primaria importanza in questa città, lasciando in mano alle attuali generazioni problematiche che devono trovare soluzioni immediate», aggiungono i 5 Stelle. «Loro hanno già avuto la possibilità di cambiare questa città ma hanno fallito. Noi abbiamo tutte le carte in regola per rimediare agli errori del passato con il nostro candidato a sindaco, consigliere uscente al Comune di Rende, Domenico Miceli».

Related posts