Tutte 728×90
Tutte 728×90

La doppia faccia del Consiglio Regionale, seduta sospesa per mancanza di numero legale

La doppia faccia del Consiglio Regionale, seduta sospesa per mancanza di numero legale

La doppia faccia del Consiglio Regionale, seduta sospesa per mancanza di numero legale. Ecco cosa è successo ieri.

Riunione dai due volti quella del Consiglio regionale svoltasi ieri a Palazzo Campanella di Reggio Calabria. Prima parte caratterizzata positivamente per l’approvazione di provvedimenti importanti come il Piano Turistico regionale ed una seconda, invece, deludente, che ha visto l’Assemblea costretta ad interrompere i lavori per mancanza del numero legale e ad aggiornarsi al 24 giugno prossimo. Ancora una volta alcuni consiglieri regionali con la loro assenza hanno impedito il prosieguo dei lavori del Consiglio costringendo la massima assise regionale a rinviare la discussione e l’approvazione di ordini del giorno e mozioni importanti come quella dedicata allo stato di attuazione della Zes in Calabria e quella sulle specializzazioni negate all’Università Magna Grecia di Catanzaro.

La rabbia di Oliverio

«Io credo – ha detto il presidente della Regione Mario Oliverio, fortemente deluso – che una riflessione in questo scorcio finale di legislatura debba essere fatta. Non si può intendere la funzione di Consigliere regionale come una presenza “scappa e fuggi”. Non va bene rispetto alla Calabria e alle responsabilità che ognuno di noi ha assunto con i calabresi. Se c’è l’esigenza di interrompere i lavori, ci si alza e lo si chiede motivando la richiesta, in modo tale da rendere trasparente la discussione. Questo gioco del gatto e del topo – ha aggiunto – non porta da nessuna parte. Ci sono e ci sono stati argomenti discussi apertamente e anche aspramente in quest’Aula e nessuno si è mai sottratto, ma ci sono responsabilità di carattere personale, istituzionale, che non possono non essere sottolineate e messe a fuoco, perché altrimenti ci nascondiamo sempre dietro la politica e non è giusto che sia così». 

Il presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio continua: «C’è una responsabilità, che è riconducibile alla funzione di rappresentanza e che non può essere ovattata e nascosta dietro altre ragioni quando, peraltro, queste non esistono come è palesemente evidente anche questa sera (ieri, ndr)». Pedà, Tallini e Romeo si sono detti contrari a questa situazione venutasi a creare ieri.

I provvedimenti approvati

Il Consiglio regionale ha approvato provvedimenti importanti, primo fra tutti il Piano regionale di sviluppo turistico sostenibile per il triennio 2019-2021 che ha ottenuto il voto unanime dei consiglieri regionali. L’unanimità dell’Aula ha dimostrato il riconoscimento di quella che il relatore del provvedimento, il consigliere Michelangelo Mirabello del Pd, ha definito «la positiva e nuova strada intrapresa dalla Calabria nel settore turistico, dimostrata dal segno positivo sulle presenze e sulle entrate registrate negli ultimi tre anni».

Consiglio regionale Calabria sospeso Mario Olierio
Il presidente della Giunta Mario Oliverio

Proprio da questi dati è partito l’intervento del presidente Oliverio, titolare della delega al turismo, che ha richiamato il rapporto sull’andamento dell’economia calabrese presentato ieri da Bankitalia, «da cui è emerso con forza – ha detto Oliverio – l’andamento più che positivo del settore turistico calabrese. Con la sua approvazione sblocchiamo un altro canale importante di risorse che sono i contratti di sviluppo, per i quali abbiamo destinato, con un accordo con il Mise fatto nel 2018, risorse importanti anche in direzione del turismo naturalistico, sportivo, e nell’enogastronomia. Cioè iniziative mirate che vanno nella direzione della qualificazione dell’offerta nel territorio. Scelte – ha concluso Oliverio – che ci permettono di fare un ulteriore passo in avanti nel rafforzamento di questo percorso».

Il Consiglio regionale, infine, aveva approvato all’inizio dei lavori all’unanimità un ordine del giorno, primo firmatario il presidente del gruppo della Cdl, Gianluca Gallo, presentato da tutti i capigruppo sulla statale 106 jonica.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it