Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pietro Perina esperto in cleen sheet. Solo Paleari meglio di lui in Serie B

Pietro Perina esperto in cleen sheet. Solo Paleari meglio di lui in Serie B

E’ quanto stabilito dalla Serie B a margine di un’analisi che verteva sull’imbattibilità avuta in campionato. Consensi per Pietro Perina.

Pietro Perina secondo miglior portiere della cadetteria 2018-2019. E’ quanto stabilito dalla Serie B a margine di un’analisi che verteva sull’imbattibilità avuta in campionato nella scorsa stagione. Il pipelet del Cosenza ha occupato la piazza d’onore alle spalle di Paleari del Cittadella. Entrambi con 12 cleen sheet (porta inviolata), ma l’estremo difensore andriese ha meno match disputati nel corso della regualar season.

La svolta nel derby di Crotone

Un anno fa partì decisamente indietro nelle gerarchie di Braglia. Giustamente secondo molti per il rendimento avuto da Saracco nel torneo vinto ai playoff in Serie C. Accantonato il portiere torinese, fu il turno di Cerofolini che non convinse nessuno. Pietro Perina non si è mosse di una virgola in attesa che gli piovesse addosso l’occasione che cercava: l’esordio in B. Avvenne a Crotone e dà lì in poi la musica cambiò. Con il suo avvento tra i pali il Cosenza scalò la classifica ottenendo punti su punti.

Imbattibilità casalinga da record

Pietro Perina blindò la porta rossoblù, ottenendo statistiche super quando giocava al Marulla. Il pipelet andriese, infatti, non ha incassato una rete tra la mura amiche per 656′, mantenendo in sette partite la porta inviolata. Perina è capitolato ad inizio secondo tempo della gara con il Brescia ad opera di Spalek, trequartista di Corini. L’assist gli fu servito da Sabelli dopo una discesa di Bisoli sulla destra. Il piattone che ha interrotto l’imbattibilità del pipelet dei Lupi, però, è arrivato in chiara posizione di fuorigioco. Un vero peccato.

Il futuro di Perina

Il club, a margine della fantastica stagione del numero uno, non ha dubbi circa la titolarità del prossimo campionato: toccherà a Pietro Perina vestire la maglia titolare del Cosenza. Lo farà partendo in scadenza di contratto, ma anche con lo status di calciatore bandiera. Con lui non dovrebbe esserci più Saracco che, come noto, non ha accettato l’offerta del Cosenza reputata del tutto insufficiente. Sulle sue tracce c’è il Venezia. 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it