Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sparatoria a Rende, tragedia sfiorata dopo una lite

Sparatoria a Rende, tragedia sfiorata dopo una lite

Sparatoria a Rende, tragedia sfiorata dopo una lite. La vittima, già nota alle forze dell’ordine per il suo coinvolgimento nell’operazione “Factotum”, colpita all’addome.

Sparatoria a Rende, tragedia sfiorata dopo una lite. Nei pressi del Parco Acquatico in contrada Santa Chiara a Rende, una persona già nota alle forze dell’ordine, Alfredo Albanito, già coinvolto nell’operazione antidroga “Factotum”, è stato attinto da colpi di arma da fuoco al termine di un diverbio. Lo stesso aveva aggredito con un coltello E. P., 45 anni, ferendolo a un braccio, prima che quest’ultimo impugnasse il fucile per colpirlo. Sono stati i vicini dell’aguzzino di Albanito ad allertare i carabinieri che sono giunti sul posto, così come l’elisoccorso di Cosenza.

L’arrivo dei carabinieri

Alfredo Albanito ora si trova all’ospedale “Annunziata” di Cosenza in condizioni gravi dove i sanitari stanno intervento per evitare complicazioni. La vittima è stata colpita all’addome con un fucile. In cura presso il nosocomio cittadino anche l’altra persona coinvolta e ferita ad un braccio con l’arma da taglio.

Sul caso indagano i carabinieri della Compagnia di Rende che hanno informato la Procura di Cosenza sulla sparatoria a Rende. Non si conosce ad ora il movente del tentato omicidio. I militari dell’Arma in queste ore interrogano i parenti di E. P. che ora rischia una grave incriminazione nonché una misura cautelare per quanto avvenuto prima dell’ora di cena. La zona è inaccessibile ai residenti. (Antonio Alizzi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it