Tutte 728×90
Tutte 728×90

Maxwell Acosty, il Cosenza ha chiesto l’ala al Rjeca. Sondato Carretta

Maxwell Acosty, il Cosenza ha chiesto l’ala al Rjeca. Sondato Carretta

Trinchera tenta di regalare a Braglia Maxwell Acosty chrche ebbe alla Juve Stabia. Pourparler anche con l’entourage di Carretta

Stefano Trinchera sta lavorando per regalare nel minor tempo possibile a Piero Braglia i calciatori che poi formeranno l’ossatura dell’organico del Cosenza. In particolare, il ds si sta concentrando sugli esterni d’attacco perché il destino di Embalo sembra al momento segnato. Eupen in Belgio o Panathinaikos in Grecia, secondo l’agente, sono pronte a fargli sottoscrivere un accordo pluriennale. Ecco, allora, che dalla lista magica è saltato fuori il nome di Maxwell Acosty (‘91), calciatore ghanese che in Calabria è già transitato. Come Baraye del Parma, fa parte di quel nugolo di esterni attenzionati dai silani.

Acosty e Braglia, reunion sette anni dopo?

E’ arrivato in Italia da giovanissimo alla Reggiana, club al quale deve davvero tutto. Poi il trasferimento alla Fiorentina che lo fa esordire in Serie A per mandarlo quindi in giro per lo Stivale a farsi le ossa. E nel 2012, a Castellammare di Stabia, incontra Piero Braglia che non esista a schierarlo titolare. Gioca da ala, da seconda punta, all’occorrenza da centravanti: l’importante che Maxwell Acosty dia profondità e corra. 

A Latina la migliore stagione

Maxwell Acosty, dopo due prestiti a Carpi e Modena, vive la migliore stagione della sua carriera a Latina nel 2015-2016 dove realizza 7 reti e trascina i laziali alla salvezza. L’anno dopo il trasferimento viene replicato, ma gioca con i nerazzurri solo la prima parte di stagione. La seconda la disputa da titolare in Serie A con il Crotone dei miracoli che lo paga 600mila euro. Salvezza ottenuta clamorosamente nell’ultimo turno di campionato.  

L’esperienza in Croazia

A quel punto i Vrenna decidono di cederlo in Croazia, all’FC Rejka dove disputa due stagioni con ottimi risultati. Anzi, in Europa League addirittura dribbla Donnarumma e fa gol al Milan a margine di un’azione personale. Poco male, il ko è indolore: l’importante era togliersi una soddisfazione. Adesso c’è il Cosenza che lo vuole, Braglia ne conosce le potenzialità e sa come utilizzarlo. Trinchera ci lavora, Maxwell Acosty invece aspetta di sapere dove giocare.

Sondaggio anche con Carretta

Se il Rjeca ha chiesto però 700mila euro per il cartellino di Maxwell Acosty, è diversa la situazione di Mirko Carretta. Trinchera ha avuto un approccio con l’agente prima di capire che la Cremonese per ora non cede l’esterno. Entrambe le situazioni, peró, non sono da cestinare. Anzi. L’evoluzione del mercato incoraggia a pensare positivamente. (Antonio Clausi – Antonio Alizzi )

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it