Cronaca

Droga (e armi) a Cosenza, blitz dei carabinieri allo "Spirito Santo"

Droga (e armi) a Cosenza, blitz dei carabinieri allo “Spirito Santo”. Si ipotizza che siano dei clan organizzati.

Nella mattinata di ieri, nel corso di una serie di perquisizioni domiciliari, i militari del N.O.R.M. – Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cosenza, coadiuvati dall’Aliquota rilievi del Nucleo Investigativo del Provinciale, hanno rinvenuto, occultati all’interno di una mansarda dei una palazzina in piazza Spirito Santo, un ingente quantitativo di sostanza stupefacente, diverse armi e munizioni. Si ipotizza, secondo quanto raccolto da Cosenza Channel, che l’arsenale possa appartenere a un clan operante in città. La scoperta ovviamente è notevole e gli investigatori intendono capire se quanto rinvenuto fosse lì da tempo o se qualcuno avesse intenzione di spostare le armi e la droga.

Arsenale da guerra

I carabinieri, dopo aver notato un via vai inconsueto nei pressi di quella struttura, nella mattinata di lunedì, hanno effettuato, in forze, un blitz all’interno, partendo da alcuni appartamenti, fino ad arrivare nel sottotetto, dove dopo aver forzato la porta di ingresso, si sono trovati di fronte ad un vero e proprio arsenale. Nello specifico, i carabinieri di Cosenza hanno trovato un Ak47 avente matricola abrasa, con un enorme quantitativo di munizionamento da guerra, 10 pistole, di ogni tipologia a marca, tutte avente matricola punzonata, dotate di caricatori e colpi di ogni calibro. Inoltre, all’interno di una borsa c’erano diversi involucri contenenti sostanza stupefacente, del tipo “cocaina”, per un quantitativo complessivo di circa 1,5 kg. 

L’analisi del Ris di Messina

Le armi prelevate con le dovute modalità, al fine di preservare eventuali impronte o tracce biologiche, saranno inviate al R.I.S. di Messina per essere sottoposte ad accertamenti balistici, per verificare se le stesse siano state utilizzate in episodi criminosi. La particolarità del rinvenimento è anche data dalla presenza della AK 47 e del relativo munizionamento da guerra che consente all’arma una potenza di fuoco estremamente elevata. 

Tags
Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo per la cronaca giudiziaria nel Distretto di Catanzaro. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina