Tutte 728×90
Tutte 728×90

Festival Euromediterraneo Altomonte 2019, ieri la presentazione

Festival Euromediterraneo Altomonte 2019, ieri la presentazione

Prende il via la trentaduesima edizione del Festival Euromediterraneo di Altomonte.

L’edizione 2019 ha come tema la “Generazione culturale” e sarà caratterizzata da un sentito omaggio al Maestro Andrea Camilleri da poco scomparso. La sessione estiva del festival andrà avanti sino al 14 settembre.
Il programma del Festival Euromediterraneo 2019 è stato presentato ieri presso la Sala degli Stemmi della Provincia di Cosenza.

Chi c’era alla presentazione

Moderati da Francesco Cangemi hanno raccontato il programma della nuova edizione Gianpietro Coppola, Sindaco di Altomonte; Franco Iacucci, Presidente della Provincia di Cosenza; Antonio Blandi Direttore Artistico del Festival Euromediterraneo di Altomonte, Francesco Provenzale Vicesindaco di Altomonte; Elvira Berlingieri, Assessore alla Cultura del Comune di Altomonte; Mario Pancaro, Assessore al Turismo del Comune di Altomonte; Emilia Romeo, Assessore all’Agricoltura; Maurizio Rodighiero, Portavoce Slow Food Calabria; Raffaele Riga, Presidente Touring Club sezione di Cosenza; Antonio Fini della Fini Dance New York e Francesco Pacienza per la mostra “Il Mare ad Altomonte”.

All’inizio della conferenza stampa, l’attore Francesco Rizzo ha declamato nella Sala degli Stemmi uno scritto di Andrea Camilleri fra gli applausi dei presenti in omaggio all’autore siciliano. Altomonte è “Generazione culturale”. Lo è non solo grazie al suo festival che anima l’antico borgo da più di tre decenni ma lo è da sempre come dimostra la propria storia dato che è stata attraversata da filosofi, scultori, pittori e altri personaggi che hanno lasciato tracce indelebili del loro passaggio. Il tema di questa edizione, “Generazione culturale”, sottolinea proprio il trasferimento della conoscenza che avviene da secoli a queste latitudini.

L’omaggio al Maestro Camilleri

In questo contesto si inserisce l’omaggio al Maestro Camilleri. Un ringraziamento all’artista, all’intellettuale, al grande uomo che ha sempre dimostrato di essere. Con le sue opere è riuscito a raggiungere un pubblico eterogeneo, socialmente e culturalmente diversificato unendolo, però, nella bellezza e nel piacere della cultura. È riuscito, perfettamente, a mettere in atto il trasferimento della conoscenza grazie alle sue opere. Da Montalbano a Tiresia, Camilleri ha saputo abbracciare tutta la cultura popolare: dagli uomini colti della borghesia sino alle tradizioni rurali più pure in un passaggio narrativo costante che ha sempre permesso al lettore di arricchirsi. Già manca fortemente il suo essere esponente autorevole della “Generazione culturale” in grado di formare le nuove menti e le nuove conoscenze.

In trentadue anni di Festival Euromediterraneo ad Altomonte viene celebrata l’importanza della cultura e, soprattutto, la sua diffusione in tutti i segmenti della società e viene valorizzata in tutte le forme espressive. Il cartellone degli eventi estivi prevede spettacoli di teatro, danza, musica e arti visive, con la presenza di nomi illustri del panorama artistico italiano. Anche per questa edizione, il festival mette al primo posto la fruibilità del patrimonio culturale, favorendo l’accesso agli eventi a chi, per i motivi più diversi, rischia di restare ai margini della società.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it