lunedì,Febbraio 6 2023

Morti e feriti a causa del maltempo, nubifragi su Toscana e Lazio

Morti e feriti a causa del maltempo, nubifragi su Toscana e Lazio. Ecco cosa è successo nelle ultime ore in Italia. Sono due i morti del maltempo in Italia: l’atleta norvegese uccisa ieri da un fulmine durante la Suedtirol Ultra Skyrace, in Alto Adige, e questa mattina una giovane donna ha perso la vita nella

Morti e feriti a causa del maltempo, nubifragi su Toscana e Lazio

Morti e feriti a causa del maltempo, nubifragi su Toscana e Lazio. Ecco cosa è successo nelle ultime ore in Italia.

Sono due i morti del maltempo in Italia: l’atleta norvegese uccisa ieri da un fulmine durante la Suedtirol Ultra Skyrace, in Alto Adige, e questa mattina una giovane donna ha perso la vita nella zona di Focene, nel comune di Fiumicino, a causa di una tromba d’aria. La ragazza era a bordo a bordo di una macchina in via Coccia di Morto, adiacente all’aeroporto, quando il forte vento l’ha travolta. Secondo le prime informazioni, la vittima sarebbe scesa dalla macchina, scaraventata via dalla tromba d’aria. I nubifragi hanno causato danni anche in altre zone di Roma. In alcune vie sono crollati muri di palazzi, seminterrati allagati e i vigili del fuoco si sono adoperati per far evacuare gli abitati. Chiuse per acqua alta le stazioni “A” della Metro di Roma Repubblica e Cipro.

Disagi nelle altre regioni italiane

Il maltempo, tuttavia, ha flagellato anche le regioni centro-settentrionali. Tra basso Piemonte e Liguria, gli accumuli pluviometrici hanno raggiunto gli 80mm al confine tra le province di Cuneo e di Imperia. Temporali anche in Emilia Romagna e basso Veneto. Toscana nel mirino con pesanti disagi per la circolazione nelle province di Arezzo e Firenze. Oggi intanto sono attesi venti forti o di burrasca su Sardegna, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania e Puglia settentrionale. Allerta arancione in Lombardia, Veneto, Liguria e Lazio. Allerta gialla, infine sulle restanti regioni settentrionali e centrali, sull’Abruzzo e su parte di Molise, Campania, Basilicata, Calabria e Sardegna.

Articoli correlati