Cosenza Calcio

Zampagna-Pavone, Mendil e Idda. I precedenti da urlo di Crotone-Cosenza

In Serie B tre vittorie per il Cosenza nel derby, in tutto sono sette le affermazioni dei Lupi in casa del Crotone in tutti i precedenti.

Un pomeriggio da urlo e due notti magiche. I ricordi più belli di Crotone-Cosenza sono relativi agli ultimi tre incontri giocati allo Scida dove, in tutte e tre le occasioni, c’è stato un vero e proprio esodo di fan dei Lupi. Sarà la 29esima gara tra le due formazioni in riva allo Ionio e il bilancio è di perfetta parità con 7 successi per parte. Negli ultimi 20 anni, però, non c’è stata storia.

Quando Zampagna e Pavone fecero sognare Cosenza

Nel febbraio del 2001 faceva freddo e i sostenitori del Cosenza furono sistemati in un settore laterale, frontale alle telecamere. Erano i tempi in cui Bortolo Mutti in panchina e Lentini in campo stavano portando la squadra in Serie A. La città era tutto un fremito e quella gara rappresentava l’occasione giusta per rilanciare le ambizioni in classifica. Zampagna segnò subito, ma Deflorio pareggiò nell’immediato. Nella ripresa toccò a Pavone realizzare il definitivo 1-2 e mandare in estasi i circa mille fan stipati come sardine. Pavox si arrampicò sulla balaustra, diede il “cinque” ad alcuni tifosi, poi penso a non concedere più niente agli avversari. Il salto di categoria era davvero dietro l’angolo.

Mendil e la doppietta in Crotone-Cosenza

Anche l’anno dopo in molti fecero la bocca buona all’alta classifica, ma il sogno durò molto poco stavolta. A Crotone, però, un francesino regalò una botta di adrenalina a quanti scelsero di valicare la Sila. Nassim Mendil siglò una doppietta da sballo in diretta nazionale, con Pierluigi Pardo che non si trattenne nell’enfasi della diretta. Erano i tempi in cui la Serie B stava stretta al Cosenza e si aspettava da un momento all’altro il grande salto verso il paradiso. Mendil fu un’intuizione di Ciccio Marino che lo suggerì al presidente Pagliuso. «Fu na notte bellissima – disse un paio di anni fa in un’intervista a CosenzaChannel – Vincere il derby 2-0 in trasferta e in più con una tua doppietta sono esperienze che qualsiasi attaccante vorrebbe vivere».

Quando Idda salvò la panchina a Braglia

L’ultima gara si è disputata davanti a 1800 sostenitori giunti da Cosenza e che hanno occupato non solo i due settori ospiti, ma l’intera Curva Nord dell’Ezio Scida. Il Crotone favorito non riesce a rendersi mai realmente pericoloso, poi nella ripresa tocca ad Idda segnare sotto gli ultrà dei Lupi. Stessa scena già vista con Pavone e Mendil: gioia da matti e tre punti in saccoccia per una partita che ha segnato la svolta del campionato. E soprattutto salvò la panchina di Piero Braglia che Guarascio osò mettere in discussione. (Francesco Pellicori)

Mostra altro

Antonio Clausi

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 2010 ha lavorato fin dal 2007 presso le redazioni de “La Provincia Cosentina”, di “Calabria Ora”, di “Cronache del Garantista” di cui coordinava i servizi per la Calabria, e del “Quotidiano del Sud”. Dal 2008, inoltre, collabora attivamente con CosenzaChannel.it. Spesso ospite di talk-show televisivi e radiofonici, ha come hobby i 33 giri e la musica.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina