Cosenza Calcio

Trinchera: «L'obiettivo era Mbakogu. Su Nzola, Rosseti e Tupta…» (II parte)

Nella conferenza stampa post-calciomercato, Trinchera ha fatto i nomi degli obiettivi sfumati. «Mbakogu inseguito fino alla fine, poi…»

Con Trinchera, nel corso della conferenza stampa post-calciomercato (qui la prima parte), si è entrato anche nel dettaglio delle operazioni fallite negli ultimi giorni di calciomercato. In particolare, ci si è soffermati sui nomi di Mbakogu, Tupta, Rosseti e Nzola.

«Il sogno era Mbakogu»

Le caratteristiche giuste Braglia le intravedeva nel suo attaccante preferito, vale a dire Jerry Mbakogu. «Era il nostro sogno, mio e dell’allenatore. Abbiamo provato a prenderlo fino alla fine, ma poi torna in auge il discorso fatto per l’appeal di Cosenza» ha spiegato il direttore sportivo dei rossoblù Stefano Trinchera. Per la cronaca, il calciatore ex Carpi ha preferito firmare per una formazione di Serie A croata, campionato in cui militerà fino a giugno.

L’affare relativo a Nzola

Il nome sui cui puntava forte Trinchera il 2 settembre era Nzola del Trapani. «Nell’ultima giornata di mercato nessuna squadra di A e di B ha spostato attaccanti. Che vi piaccia o no, per caratteristiche scelte con l’allenatore, Nzola era il calciatore adatto alle nostre esigenze. All’ultimo momento la prospettiva di acquisire le sue prestazioni è venuta meno». A tal proposito sono emerse diverse ricostruzioni, ma Trinchera fornisce la sua: «Chiamiamo direttamente il calciatore e i procuratori a testimonianza di ciò che dico. Con Nzola ho un grandissimo rapporto ed ho agito in piena autonomia con la piena fiducia del presidente, che ha conosciuto solo dopo le cifre dell’ingaggio. Il problema non era questo, visto che era il profilo giusto. Guarascio era disposto fino all’ultimo momento a comprare il cartellino del calciatore, ma il Trapani ha cambiato le condizioni di pagamento».

Il no di Rosseti e il gong fatale per Tupta

Fallita l’operazione con il centravanti del Trapani, Trinchera ha deciso di tuffarsi totalmente su Rossetti e Tupta. Situazioni non concretizzate per doppi e diversi motivi: «Purtroppo non si può essere – ripete – simpatici a tutti. Tupta corrispondeva alle nostre esigenze. Il ragazzo volevo venire, ma era vincolato all’acquisto del Verona di un attaccante. Il Verona ha preso Stepinski nell’ultima ora di lunedì. Tupta doveva rinnovare, ma i documenti si sono strutturati negli ultimi minuti e conclusi qualche minuto dopo il gong delle 22. Rossetti negli ultimi minuti, invece, ha rifiutato il Cosenza. Quando accade questo dico che preferisco rimanere così aspettando qualche novità dal punto di vista tecnico». (Giulio Cava)

CLICCA QUI PER LA TERZA PARTE DELLA CONFERENZA STAMPA

Mostra altro

Giulio Cava

Nato a Cosenza il 24 giugno ai titoli di coda del Novecento. Scrivo dal novembre 2013 di sport e attualità. Ho iniziato a Parola di Vita. Collaboro a Cosenza Channel dal luglio 2017, dopo averlo letto da quando ero piccolo. La prima volta allo stadio in tribuna stampa, da cui mi sono separato pochissime volte. Ho frequentato lo scientifico, studio scienze politiche all'Università della Calabria. Amo il calcio, quello umile. Aspiro a diventare giornalista...forse si...forse no...

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina