sabato,Luglio 2 2022

Braglia: «Perdere così mi fa arrabbiare, non abituiamoci. Serve pazienza»

Piero Braglia ha di che essere soddisfatto del match disputato dal Cosenza a Lecce e perso soltanto nei minuti di recupero. La sua squadra ha mostrato grande attenzione per i due 45’, mentre nei recuperi è capitolata ingenuamente. Proprio di questo il tecnico dei Lupi nel post-partita ha parlato analizzando la contesa ai microfoni di

Braglia: «Perdere così mi fa arrabbiare, non abituiamoci. Serve pazienza»

Piero Braglia ha di che essere soddisfatto del match disputato dal Cosenza a Lecce e perso soltanto nei minuti di recupero. La sua squadra ha mostrato grande attenzione per i due 45’, mentre nei recuperi è capitolata ingenuamente. Proprio di questo il tecnico dei Lupi nel post-partita ha parlato analizzando la contesa ai microfoni di Jonica Radio.

Braglia ha fatto giocare tutti quanti

Mancavano Litteri e Legittimo infortunato, gli altri sono scesi tutti quanti in campo. Anche chi, come Carretta e Monaco, non erano al 100%. Braglia, però, aveva premura di capire a che punto è la condizione collettiva e come i nuovi arrivati si stanno calando nell’organico allestito dal ds Trinchera. «Abbiamo provato tutti – ha detto il trainer dopo il 90’ – In questo modo abbiamo dato possibilità ad ogni elemento della rosa di potersi esprimere. Lazaar? Bene, come tutti quanti. Sono contento, ma non del tutto per alcune situazioni che purtroppo ho visto nuovamente». 

Improvviso calo di concentrazione 

Braglia fa riferimento ai due gol incassati nell’extra time di primo e secondo tempo e fa il paragone con quanto successo sabato scorso contro la Salernitana. «Non mi piacciono queste situazioni, men che meno capitolare nei minuti di recupero. Era successa una cosa simile dopo 2’ della ripresa con la Salernitana, vuol dire che con la testa si è ancora negli spogliatoi. Perché facciamo così? Era sì un’amichevole, ma non ci sto a perdere perché poi ci fai il callo e mi girano… Dico io: portiamola fino in fondo e cogliamo un risultato positivo che fa sempre morale e dà un sorriso alla nostra gente».

Per l’amalgama serve tempo

Braglia, infine, chiede un po’ di pazienza. Il mercato non gli ha portato l’attaccante e ha fatto sì che il Cosenza completasse il resto della rosa solo a ridosso del gong. «Ho buttato dentro anche Monaco che non doveva giocare – chidue – però Schiavi non ce la faceva più. Ci sono ragazzi che non si sono mai allenati col gruppo, altro lo fanno da poco, pertanto stiamo pagando un’insieme di cose. Quando i nuoci arrivano l’ultima settimana o a fine mercato, serve pazienza. Ma dico a tutti che cercheremo di tirarci fuori dai casini anche questa stagione».

Articoli correlati