Rende Calcio

Nossa e Vitofrancesco al Rende. Andreoli: «Noi in credito con la fortuna»

Drkusic, Nossa e Vitofrancesco al Rende sono le ultime tre operazioni chiuse da Coscarella. Domani a Vibo arriva la temibile Ternana capolista

Tra ieri ed oggi la società biancorossa tessera tre nuovi calciatori, fin da subito a disposizione dell’allenatore: Drkusic, Nossa e Vitofrancesco al Rende. Vanja Drkusic, classe ‘99, e i due volti d’esperienza, Devis Nossa, classe ‘85, e Ferdinando Vitofrancesco, classe ‘88, hanno sottoscritto un contratto biennale. Nossa ha vestito le maglie di Albissola, Pro Patria,Virtus Entella, Acireale, Pavia, Lumezzane, Como e Pistoiese. Nei campionati professionistici ha totalizzato 373 presenze, condite da 24 goal. Vitofrancesco è stato difensore di Cremonese, Grosseto, Cittadella, Perugia, Alessandria, Lecce, Feralpi Salò. Tra B,C e D, in tutto ha all’attivo 359 presenze e 14 goal. Drkusic viene dalla Slovenia, in particolare dall’Heerenveen. Queste operazioni si sommano a quelle di Soomets, Ndiaye e Traorè conclusi nell’ultimo giorno di calciomercato. Si tratta di innesti tutti anticipati da Cosenza Channel.

Si tenta la sterzata con Nossa e Vitofrancesco al Rende

Gli innesti di Nossa e Vitofrancesco al Rende rappresentano un tentativo concreto di dare una svolta all’avio di campionato. Terzo turno, nessun punto accumulato, ma c’è la sensazione di non essere a terra con tutte le quattro ruote in virtù del secondo tempo fatto vedere al “Pinto” di Caserta. Il Rende cerca il suo primo risultato utile in questo campionato. Proverà, domani al “Luigi Razza” di Vibo Valentia, a farlo contro la potente ed ambiziosa, nonché a punteggio pieno, Ternana di Stefano Bandecchi, tra le altre cose, fondatore dell’Università telematica “Niccolò Cusano”. 

I recenti torti subiti 

Angelo Andreoli, a margine della rifinitura, tenuta rigorosamente a porte chiuse, parla con i giornalisti. Tornando, brevemente, a quanto accaduto nella scorsa partita contro la Casertana, nella quale i biancorossi rivendicano rumorosamente un rigore non concesso. In settimana si è sentita la posizione della società, nella perentoria nota del direttore generale Ciardullo. «Ne abbiamo – esordisce il tecnico – parlato pure fin troppo. Lo abbiamo rivisto in settimana. Cresce ancor di più il rammarico. Si sa, nel calcio queste cose succedono. Ma nel calcio queste cose verranno ricompensate. Speriamo che, il trend si inverta e da domani possiamo avere qualche ricompensa in termini di fortuna. Abbiamo avuto, contro la Casertana, tante occasioni goal. Su quella situazione, Libertazzi è stato falciato difronte la porta. Al di la di quel episodio, dobbiamo concretizzare le azioni. Tenuto conto che i ragazzi sono in credito, per quanto fatto vedere». Nel secondo tempo, rimarca l’allenatore, «si è ascoltata un’altra musica e si è tenuto in mano il pallino del gioco. Pensate, abbiamo  avuto il 62 per cento del possesso palla». Con gli arrivi di Nossa e Vitofrancesco al Rende la convinzione di svoltare aumenta.

Partita dura

La Ternana ha condotto una campagna acquisti, nella precisa volontà di concorrere alla vittoria del campionato. Vediamo alcuni elementi del solo reparto offensivo: Vantaggiato, Marilungo, Torromino. Nomi componenti di un club delle alte ambizioni: «Terni – commenta Andreoli – è una piazza molto difficile. Hanno 12mila abbonati. Loro sono una squadra molto quadrata. Sarà una partita dura. Se l’affronteremmo con il piglio giusto, con cattiveria agonistica, probabilmente potremmo capitalizzare la stessa quantità delle occasioni sprecate nelle ultime due partite». Le prime giornate di campionato hanno fatto emergere in attacco e in difesa. Forse, il 4-2-3-1 del mister verrà rivalutato? «Stiamo valutando la possibilità di cambiare qualcosa, ma – dice in conclusione – può accedere qualcosa anche in corso d’opera. Cambiando atteggiamento, porteremo qualcuno più davanti a sostegno di Libertazzi. Però, non credo che sia la cosa giusta cambiare tutto in una volta. Andiamo per gradi». 

La probabile formazione

RENDE (4-2-3-1): Borsellini; Germinio, Ampollini, Bruno, Origlio; Loviso, Collocolo; Morselli, Rossini, Vivacqua; Libertazzi. A disp.: Savelloni, Palermo, Blaze, Nossa, Drkusic, Vitofrancesco, Cipolla, Giannotti, Murati, Ndiaye, Scimia, Traorè, Coly Keba. All.: Andreoli. 

Mostra altro

Giulio Cava

Nato a Cosenza il 24 giugno ai titoli di coda del Novecento. Scrivo dal novembre 2013 di sport e attualità. Ho iniziato a Parola di Vita. Collaboro a Cosenza Channel dal luglio 2017, dopo averlo letto da quando ero piccolo. La prima volta allo stadio in tribuna stampa, da cui mi sono separato pochissime volte. Ho frequentato lo scientifico, studio scienze politiche all'Università della Calabria. Amo il calcio, quello umile. Aspiro a diventare giornalista...forse si...forse no...

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina