sabato,Luglio 2 2022

Cosenza, avanti tutta verso il 4-3-3. Col Pescara attacco leggero

Ripresa degli allenamenti nel primo pomeriggio al Sanvitino-Del Morgine con il nuovo orario che il Cosenza seguirà fino ai mesi caldi. Tutti presenti, eccetto Gianluca Litteri impegnato in palestra a superare il patema muscolare di questo avvio stagionale. Mirko Carretta e Matteo Legittimo sono tornati ad allenarsi, sgambettando fino all’inizio della piccola partitella tattica. Entrambi

Cosenza, avanti tutta verso il 4-3-3. Col Pescara attacco leggero

Ripresa degli allenamenti nel primo pomeriggio al Sanvitino-Del Morgine con il nuovo orario che il Cosenza seguirà fino ai mesi caldi. Tutti presenti, eccetto Gianluca Litteri impegnato in palestra a superare il patema muscolare di questo avvio stagionale. Mirko Carretta e Matteo Legittimo sono tornati ad allenarsi, sgambettando fino all’inizio della piccola partitella tattica. Entrambi non hanno partecipato alla stessa, ma prima hanno corso attorno al campo di allenamento. Tommaso D’Orazio, invece, sembra rientrato a pieno regime.

Con convinzione sul 4-3-3

Il tecnico del Cosenza Piero Braglia ha insistito, in vista del Pescara, sul 4-3-3 già apprezzato nell’amichevole di Lecce. In attesa che Trinchera tesseri uno svincolato in attacco, al centro della prima linea sono stati sistemati due calciatori del settore giovanile, Belcastro e Cifarelli. Ai lati del primo hanno corso Machach e Kone, mentre il secondo era aiutato da Baez e Pierini. Le due formazioni era compenetrate di titolari e panchinari da ambo le parti. Solito mescolamento di carte da parte del tecnico Piero Braglia, a bordo campo nel corso della seduta. Era presente il direttore sportivo. Domani è prevista una doppia sessione di allenamento.