Giudiziaria

Colpa medica a Cosenza, assolti tutti gli imputati: ecco la sentenza

La procura di Cosenza aveva chiesto la condanna di quattro imputati, ma il giudice Granata ha assolto i medici e le infermerie accusate di omicidio colposo.

Assolti tutti gli imputati accusati di omicidio colposo in relazione alla morte di Maria Brogno, avvenuta il 26 marzo del 2013 presso l’ospedale “Annunziata” di Cosenza. Decesso causato, secondo la perizia medico-legale, da uno shock emorragico che, inizialmente, la procura di Cosenza aveva attribuito alle responsabilità penali dei ginecologici e infermieri in servizio presso il reparto di Ginecologia e Ostetricia e Chirurgia generale della struttura sanitaria cosentina. 

Gli imputati per la morte di Maria Brogno

Sotto processo c’erano i medici Vincenzo Pellegrino (difeso dall’avvocato Nicola Carratelli), Eugenio Scorza (difeso dagli avvocati Nicola Rendace e Angelo Nicotera), Giulio Valentino (difeso dall’avvocato Franz Caruso), Antonio Ligato (difeso dagli avvocati Fabio Bonofiglio e Antonella Mastroianni) e gli infermieri Loredana Greco e Maria Francesca Spagna (difese dall’avvocato Giancarlo Tenuta). In precedenza la dottoressa Amalia Mazzuca aveva ottenuto una sentenza di proscioglimento, mentre gli altri imputati erano stati rinviati a giudizio. 

Le richieste di condanna della procura di Cosenza

Dopo anni di istruttoria dibattimentale, oggi il tribunale di Cosenza, presieduto dalla dottoressa Urania Granata, ha assolto Pellegrino e Scorza col primo comma, mentre gli altri col secondo comma, ovvero perché “il fatto non sussiste”. La procura di Cosenza aveva chiesto, inoltre, l’assoluzione per Pellegrino e Scorza, mentre aveva invocato una sentenza di condanna nei confronti di Ligato e Valentino (un anno e 4 mesi richiesti), mentre per le infermiere Greco e Spagna aveva chiesto un anno e 6 mesi di reclusione.

Tags
Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo per la cronaca giudiziaria nel Distretto di Catanzaro. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina