Cronaca

Cinque cercatori di funghi dispersi nell’ultimo fine settimana in Sila

Tanti cercatori di funghi si sono persi tra le montagne della Sila nell'ultimo fine settimana. Ecco come sono stati rintracciati.

Le attività di ricerca e soccorso da parte dei militari dell’Arma di Cosenza sono proseguite senza sosta nel corso del fine settimana per cui è stato necessario attivare in ben 2 casi su 4 il Piano Provinciale per la ricerca delle persone scomparse adoperato dalla Prefettura di Cosenza. Grazie al tempestivo intervento da parte dei militari operanti che dopo aver ricevuto le segnalazioni delle scomparse al numero di emergenza 112 e alle immediate ricerche attivate e condotte con la preziosa professionalità dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Alpino della Guardia di Finanzae del Soccorso Alpino e Speleologico, tutte le segnalazioni di scomparsa si sono concluse positivamente con il ritrovamento in buone condizioni di salute dei cercatori di funghi dispersi.

Primo cercatore di funghi in Sila ritrovato su WhatsApp

Nel caso più semplice, il primo ritrovamento è avvenuto a seguito della una segnalazione giunta alla Centrale Operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri, verso le ore 11, da parte di due persone che riferivano di essersi persi da alcune ore fra le montagne della Sila cosentina. I militari della stazione di Camigliatello Silano sono riusciti a mettersi immediatamente in contatto telefonico con uno dei due, a cui venivano spiegato le modalità con cui attivare la localizzazione ed il successivo invio della posizione GPS mediante l’uso dell’applicazione Whatsapp. I due si trovavano nella parte montana e boschiva a valle della nota “Strada delle Vette”.

Le altre richieste di intervento

Nel medesimo pomeriggio le richieste di aiuto si sono susseguite una dietro l’altra. In un primo caso, il cercatore di funghi, a seguito della diramazione delle ricerche, è stato rintracciato su Monte Botte Donato da una pattuglia dei Carabinieri Forestali. Un altro, invece, più sfortunato, ha trascorso l’intera notte all’addiaccio. In particolare, la sua scomparsa era stata segnalata da un amico che dopo averlo sentito gridare ripetutamente “aiuto” tra i boschi, non riuscendo a raggiungerlo per portarlo sulla via del ritorno, dato anche il fatto che le sue grida con il tempo erano pian piano svanite, ha deciso di raggiugere alle ore 20.30 circa, i carabinieri per allertare i soccorsi. Nonostante l’ora tarda, dopo la richiesta di ausilio formalizzata dalla Compagnia Carabinieri di Cosenza, la Prefettura ha immediatamente allertato la compagine dei soccorritori disponendo l’impiego di tutte le unità reperibili in zona.

Le ricerche, fortunatamente, protrattesi durante tutta la notte, condotte in uno sforzo sinergico tra le varie componenti dei Vigili del Fuoco, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Soccorso Alpino e Speleologico di Camigliatello, si sono concluse alle prime luci dell’alba con il ritrovamento del disperso. Lo stesso, impossibilitato a camminare per le ferite riportate agli arti inferiori a seguito di caduta, è stato rinvenuto in zona particolarmente impervia. A cause delle difficoltà riscontrate dalla natura del terreno sconnesso e della sicurezza della persona ferita, le operazioni di salvataggio sono durate alcune ore, ben riuscite anche grazie all’intervento del personale del 118.  

L’ennesima richiesta d’aiuto è sopraggiunta nella tarda mattinata di domenica, dove un 68enne, conoscitore di zona, ha fatto perdere le proprie tracce a Lorica, località Mellara. Lo stesso, grazie alla sinergica ed efficace collaborazione dei corpi coinvolti nelle ricerche, impegnati alacremente, veniva rinvenuto in buono stato di salute, anche se po’ infreddolito e disidratato, prima dell’imbrunire in località Coppo di Casali del Manco.

Tags
Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina