Cosenza Calcio

Kanoutè si fa largo a centrocampo. Ma la cifra del riscatto è enorme

Kanoute sembra essere diventato già pedina insostituibile di Braglia, che pensa a farlo giocare con Greco. Il Cosenza può riscattarlo, ma...

Frank Kanoutè è l’uomo del momento, il calciatore che più degli altri sta conquistando il pubblico di fede rossoblù grazie alle sue accelerazioni. Il calciatore, arrivato in estate in prestito del Pescara, si sta imponendo giorno dopo giorno nello scacchiere tattico di Piero Braglia. Le sue qualità e il suo strapotere fisico avevano indotto il tecnico ad una riflessione lunga dieci giorni: tesserare o no un regista di ruolo? Alla fine Leandro Greco è arrivato, ma non si porrà a lungo in concorrenza con il senegalese. 

Kanouté interno?

In questo particolare momento di campionato è Bruccini a rendere meno di quanto ci si aspetti. Anche l’anno scorso il vice-capitano del Cosenza ha vissuto una falsa partenza per poi carburare alla distanza. Lo staff tecnico dei Lupi, pertanto, pensa ad una soluzione alternativa: Kanoutè e Greco in campo insieme a Sciaudone. E’ chiaro che in una situazione del genere toccherebbe all’ex Foggia prendere in mano la bacchetta per dirigere l’orchestra. I due alfieri, invece, darebbero libero sfogo alle loro velleità di inserimento ricevendo compiti di copertura differenti. 

Il contratto di Kanoutè

Kanoute, da comunicato ufficiale, è arrivato al Marulla con la formula del prestito con diritto di riscatto. Non si menziona la recompra, che tuttavia il Pescara dovrebbe aver inserito nell’affare. Per evidenziare quanto in Abruzzo considerino il calciatore e quanto avessero bisogno di fargli fare un’esperienza importante, bisogna entrare nel dettaglio. E per dettaglio si intende la cifra che il Cosenza dovrebbe corrispondere ai biancazzurri per acquisire il cartellino del centrocampista. 

Affare da più di 3.5 milioni di euro

Entro il 30 giugno, infatti, Via degli Stadi ha l’opportunità di patrimonializzare Kanouté versando nelle casse del presidente Sebastiani un’ingente somma che si aggira tra i 3.5-4 milioni di euro. L’importo, per intenderci, è pari grossomodo ai budget netti stanziati da Guarascio per le due stagioni di Serie B a cui ha partecipato e partecipa il Cosenza. Il paragone con Palmiero è immediato, ma il Napoli fissò il riscatto a poco meno di 2milioni.

Mostra altro

Antonio Clausi

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 2010 ha lavorato fin dal 2007 presso le redazioni de “La Provincia Cosentina”, di “Calabria Ora”, di “Cronache del Garantista” di cui coordinava i servizi per la Calabria, e del “Quotidiano del Sud”. Dal 2008, inoltre, collabora attivamente con CosenzaChannel.it. Spesso ospite di talk-show televisivi e radiofonici, ha come hobby i 33 giri e la musica.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina