FotoPoliticaVideo

Salvini a Cosenza, scoppia la guerra social

Un pezzo d'ambiente che ricostruisce la giornata di ieri, tra i divieti della Questura e l'attesa (inutile) degli aficionados verdi in piazza XI settembre.

Già di sera le transenne sono sparite dal centro di piazza XI settembre. Accatastate timidamente sui muri, agli angoli. Non si sa mai che Salvini ci ripensi e venga a battezzare la sede della Lega, neonata e già orfana di padrino. Dalle quattro e mezza del pomeriggio e per un’oretta, il centro di Cosenza è un quadrato transennato e sorvegliato. Nessuno può passare, neppure una donna col neonato in visita dal pediatra. Si esce e non si entra. A sorpresa. Nessuna comunicazione, nessun avviso. Poi la telefonata. Lui non viene più, aprite la strada. La delusione degli aficionados verdi, che aspettavano che il loro leader venisse a fare due passi nel centro, è subito soffocata dall’orgoglio. Il calore del derby politico ha reso la Rete incandescente. E così anche oggi, nel day after, quando si fanno i bilanci, numeri e post alla mano. Si contano le visualizzazioni e i like, come si contavano una volta i partecipanti nelle strade. 

Chi non si sente vinto ma vincitore, chi sollecita ben altre manifestazioni contro ben altri malaffari, la città si gode la spaccatura con l’animo del tifoso accanito. Ognuno è schierato e vuole rendersi riconoscibile fra i suoi pari e prendere la distanza dagli altri.

https://www.facebook.com/salviniofficial/videos/1267024030137565/?epa=SEARCH_BOX
L’arrivo di Matteo Salvini al teatro Morelli di Cosenza

Dalla pagina social del capo della Lega, gli adepti inneggiano ad ogni sua parola, più salviniani che leghisti, per quel processo di identificazione tra partito e persona, che il capo del Carroccio ha tenuto tanto a curare a suon di campagne social mirate e dispendiose. Le pagine che curano le dirette del comizio, diventano arene da vecchio Impero, dove chi vuole provare il brivido masochistico di sentirsi insultato nei modi peggiori, crudeli, studiati o semplicemente beceri, si getta nella mischia con tutto il peso. Se la giurano persone che fino a ieri erano colleghi, amici. Avventori di bar e locali, clienti di negozi che hanno esposto i cartelli “No Salvini”, promettono sul bene dei figli che lì non ci metteranno mai più piede. 

Intanto i cellulari sono piantati in alto a piazza dei Bruzi, verso i cartelli con su stampato “Nessun essere umano è illegale”, “Mai con Salvini”, distribuiti insieme ai nostalgici volantini del Partito Comunista. 

Alle cinque si canta già da un pezzo. Bandiere rosse, inni alla solidarietà sono il controcanto dell’altra folla che intanto smania per un posto all’ombra del Morelli, se non per un selfie almeno per un photobombing con Salvini. Dentro al teatro, poco più di seicento persone: molti giornalisti, fotoreporter, curiosi, e tifosi del guru della Lega; un capannello senza invito fuori lo chiama forte: «Matte’, Matte’…» a braccia tese e custodia a portafoglio del cellulare aperta, per non perdere l’attimo da postare su Facebook l’attimo dopo.

Il corteo di “Cosenza non si Lega” alle sei del pomeriggio, con l’ultimo sole schiacciato dai nuvoloni, inizia il cerimoniale lento lungo via Umberto fino al limite invalicabile del blocco. Genitori con bambini nel passeggino e sulle spalle, professionisti, associazioni, attivisti, studenti, pasionari, non si schiodano fino all’ultimo. Intorno alle sette i primi fischi, fortissimi, all’indirizzo dell’altra parte della barricata. A dividere gli schieramenti il Busento, che scorre tra i due focolai, due mondi riconoscibili oggi solo dalle foto profilo dei social

Tags
Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina