Serie B

Dionisi: «Venezia soddisfatto. A Cosenza non era per nulla facile»

Dionisi: «Siamo contenti del pareggio, inoltre in occasione della traversa colpita da Rivière siamo stati fortunati. Ho detto a Braglia che...»

«Stiamo stati bravi nel gestire la palla nel secondo, ma per nulla efficaci. Pur concedendo poco fino al break abbiamo preso il gol, nella ripresa abbiamo concesso di più e abbiamo segnato noi». Dionisi riassume così il pareggio che il Venezia ha conquistato a Cosenza nel settimo turno del campionato di Serie B. I lagunari fuori casa si confermano così macchina da punti, negando ai rossoblù la gioia della prima vittoria stagionale.

«Gara avvincente»

Dionisi vede il bicchiere mezzo pieno e non esita ad evidenziarlo. «Siamo contenti e soddisfatti del pareggio. A Cosenza non era facile perché i Lupi volevano dare una gioia alla loro gente, pertanto c’è da essere felici di non aver perso una gara avvincente». Buoni i cambi effettuati nella ripresa. «Ho cercato di mettere dentro più qualità per cercare magari una situazione favorevole. Siamo stati premiati, ma posso permettermi un attaccante in più grazie alla predisposizione dei ragazzi al sacrificio. Abbiamo osato di più solo negli ultimi 15′, prima abbiamo tenuto molto palla».

Dionisi benedice la traversa

Dionisi continua la sua analisi. «Il Cosenza giocava in verticale perché ha i valori giusti per fare questo. Non portava tanti uomini nella nostra metà campo, ma ci aggrediva e ripartiva. Ha speso tanto e noi siamo stati fortunati in occasione della traversa di Riviere. Giusto evidenziarlo». Evidente la differenza di rendimento tra il Pezzo e i match esterni. «Dobbiamo cambiare registro, perché in Laguna ci affrontano in modo differente. Noi però in casa abbiamo offerto prestazioni addirittura superiori a quelle esterne».

La stima verso Braglia

Prima della gara siparietto tra Dionisi e Braglia. «Siamo entrambi toscani, lui è un po’ più grande di me e prima della partita gli ho svelato un aneddoto. Agli inizi della mia carriera potevo andare a giocare nella Sangiovannese dove lui allenava, ma è chiaro che non poteva ricordarselo. Mi dispiace non averlo salutato dopo il 90’». Chiusura su Felicioli. «Purtroppo si è rotto il perone, non lo avremo per un po’».

Mostra altro

Antonio Clausi

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 2010 ha lavorato fin dal 2007 presso le redazioni de “La Provincia Cosentina”, di “Calabria Ora”, di “Cronache del Garantista” di cui coordinava i servizi per la Calabria, e del “Quotidiano del Sud”. Dal 2008, inoltre, collabora attivamente con CosenzaChannel.it. Spesso ospite di talk-show televisivi e radiofonici, ha come hobby i 33 giri e la musica.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina