Cosenza Calcio

Zampagna rievoca il Cittadella. Il rigore, la pozzanghera, il gol

Cittadella-Cosenza è soprattutto quel rigore battuto e sbagliato da Riccardo Zampagna. Erano i tempi in cui i Lupi sognavano la A

Cittadella-Cosenza è inesorabilmente legata ad un calcio di rigore sbagliato da Riccardo Zampagna. Era il 30 marzo del 2001 e il bomber dei Lupi seppe subito rimediare al suo errore ribadendo in rete la parata di Capecchi. Quel gol tenne accese ancora per qualche settimana le speranze promozione di una banda agguerrita come poche e guidata saggiamente da Bortolo Mutti in panchina.

Zampagna e quel sogno chiamato Serie A

Il match si disputò sotto la pioggia e non al Tombolato di Cittadella, ma all’Euganeo di Padova che i tifosi del Cosenza non amano per nulla: all’epoca era ancora troppo fresca la retrocessione di quattro anni prima. Nella ripresa Strada si procurò il rigore e Zampagna se lo fece parare, ma ciò che successe dopo durò un amen per il futuro attaccante dell’Atalanta, interminabili secondi per i circa 100 fan dei Lupi assiepati nel settore ospiti. Lo scatto felino verso la palla impantanata in una pozzanghera è una delle sequenze più belle di quel campionato, le gocce d’acqua a mezz’aria impedirono a molti di scorgere nitidamente la palla rotolare in rete, ma non ostacolarono l’esultanza.

Gli altri due precedenti con il Cittadella

Il secondo precedente si registrò l’anno seguente, torneo cadetto 2002-2003. Era sempre il collettivo di Glerean e del suo 3-3-4 dove Ghirardello segnava a raffica. Il 2-0 con cui i granata stesero i rossoblù non bastò però per conquistare la salvezza a fine stagione. Segnarono Mazzoleni e Sturba e Mondonico si infuriò per il ko subito. A distanza di 15 anni il Cosenza ha ritrovato il Cittadella in un match che ha fatto discutere molto. A margine di una partita gagliarda da parte di Tutino e compagni, è stato il capitano granata Ieri a deciderla. Frutto di due rigori concessi dall’arbitro Marini di Roma. Molto dubbio quello di Corsi su Branca, netto il fallo di mano di Pascali.

Mostra altro

Francesco Pellicori

Nato a Cosenza il 14 maggio 1990 ma domiciliato a Roma per portare a casa la pagnotta. Appassionato di calcio in tutte le sue forme per tradizione familiare, collaboro con Cosenza Channel dal 2014 seguendo con interesse il mercato e la Primavera. Oltre al calcio, musica e cinema danno il ritmo alla mia vita

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina