Maledetto 65.5

Sopravvivere al Fantacalcio dopo la sosta Nazionali

Il week-end senza Fantacalcio ci riporta un bollettino di guerra, come se le nazionali si affrontassero in trincea e non in campo.

Le soste o le vacanze in genere sono di solito ben viste nel campo lavorativo, e pertanto rappresentano nell’ideale di tutti noi un Eden. Non nel Fantacalcio. Il week-end senza campionato ci riporta infatti un bollettino di guerra, come se le nazionali si affrontassero in trincea e non su un rettangolo verde. A proposito di guerra segnaliamo il deplorevole gesto della Nazionale Turca e il suo appoggio ad Erdogan. La politica nel calcio non dovrebbe mai entrare, pertanto vi invitiamo a svincolare Demiral e Calhanoglu. Potreste entrare nella storia di questo sport.

Bollettino di guerra

Atalanta: Zapata D. – Lesione all’adduttore destro (4 giornate out)

Bologna: Tomiyasu – Lesione II° bicipite femorale sinistro (fine Novembre)

Fiorentina: Chiesa – Noie muscolari (in dubbio, ma ce la farà)

Inter: Sanchez – Lussazione tendine peroneo lungo caviglia sinistra (3 mesi) ; D’Ambrosio – Frattura falange piede destro (metà Novembre)

Juventus: Ramsey – Noie muscolari (in dubbio). Nel suo caso piccola digressione, non che il Galles abbia qualche responsabilità particolare. Quaggiù possiamo vedere che il ragazzo un pò cagionevole lo è di suo.

Napoli: Lozano – Problema alla caviglia (in dubbio)

Udinese: Stryger Larsen – Noie muscolari al polpaccio (in dubbio)

Consigli 8^ Giornata di Fantacalcio

Sommando a questi problemi il dubbio sullo svolgimento di Sampdoria-Roma causa maltempo, c’è bisogno del mood giusto per affrontare la giornata senza bisogno di supporti psicologici.

Giornata che inizia con Lazio-Atalanta. Simone Inzaghi sceglierà Lazzari e Correa preferendoli a Marusic e Caicedo. Fuori Leiva squalificato ci sarà Parolo. A Bergamo Gasperini, che ha dichiarato di aver imprecato per aver perso Duvan Zapata, punta su Muriel e sull’insolita vena di Gosens.

L’abulico Napoli che negli ultimi 3 turni ha trovato la rete in una sola occasione è chiamato a scardinare il sistema difensivo di Juric che ben ha impressionato. Fuori Insigne, chance per Milik. Per l’Hellas partita di contropiede e Stepinski non avrà vita facile.

Sarri in serata chiude gli anticipi del Fantacalcio ed è chiamato a continuare la corsa scudetto a scapito di Mihajlovic presente allo Stadium in caso di bel tempo. Buffon in porta e Bernardeschi a ridosso di Higuain-Ronaldo le novità chiave. Il Bologna senza Destro, sceglie Palacio e Mbaye per sostituire lo sfortunato Tomiyasu.

La domenica si apre e chiude con le milanesi: ad ora di pranzo una claudicante Inter farà visita al Sassuolo ricolmo di voglia di rivalsa. Gara chiave per il futuro nerazzurro, senza Sensi, Sanchez e D’Ambrosio avere la meglio sui neroverdi non sarà per nulla facile. Nel pomeriggio fari puntati su Petagna in Cagliari-Spal, gli estensi non vorranno uscire sconfitti dalla trasferta in Sardegna e si affidano al loro bomber; Quagliarella qualora si disputi Samp-Roma non tradirà ed Okaka che ci sembra in vantaggio fisico e tecnico su uno N’Kolou non ancora ripreso dal turbolento inizio di stagione. Parma-Genoa da segno 2 nell’aria poichè Andreazzoli sebbene si ritrovi orfano di mezza difesa non può permettersi passi falsi. Pinamonti che ha fallito finora rovinando i fantallenatori che lo hanno scelto, potrebbe tornare a splendere. In serata infine il primo Milan di Pioli non può steccare contro il Lecce. Paquetà preferito a Calhanoglu sembra l’unica differenza dell’impianto di Giampaolo, ma occhio alla possibilità Rebic al posto dell’annacquato Piatek.

Ultimo match in programma lunedì al Rigamonti con una Fiorentina al gran completo con Chiesa-Ribery davanti ed il 3-5-2 che sta permettendo a Montella di raccogliere i frutti del suo lavoro.Difronte SuperMario Balotelli guida le rondinelle e cerca un posto per Euro2020. Un passo falso potrebbe costare caro anche ad Eugenio Corini. Gara con molti bonus in programma e di lunedì si sa al Fantacalcio pesano il triplo!

Tags
Mostra altro

Gennaro Manna

Nato a Cosenza nel 1986. Una laurea in Ingegneria conseguita sull’asse Calabria-Lombardia-Galizia, una prima vita da calciatore nei campi polverosi di provincia, una seconda da studioso della materia e da cultore del fantacalcio. Da tempo sostiene la necessità di introdurre il calcio teorico tra la materie da studiare tra i banchi di scuola.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina