Eccellenza

La Morrone vince ancora. Soriano al tappeto (1-2): Ferraro gol da cineteca

Sforbiciata e gol decisivo per Ferraro. Protagonisti i due portieri: il sempreverde Tony Piazza ed il giovane Bance che ha parato un rigore.

Vittoria strappata con le unghie e con i denti, ma è stata la Morrone a tenere in partita il Soriano sbagliando almeno quattro nitide palle gol frutto di perfette ripartenze. Le reti di Nagore e Ferraro (un capolavoro), più il rigore parato da Bance, permettono così ai granata di rimontare la rete iniziale di Greco. Si tratta del terzo successo consecutivo in campionato. Voti altissimi per i due portieri: anche Piazza ha strappato gli applausi dei presenti.


LE SCELTE DI STRANGES PER LA MORRONE

Stranges torna al 4-3-3 e opta per schierare dall’inizio tutto il potenziale offensivo a disposizione. Ai lati di Ferraro ci sono Azzinnaro e Gueye, mentre a centrocampo viene confermato Misuri. Scontato il turno di squalifica, in difesa Bruno torna a far coppia con Bacilieri. Il Soriano risponde con il 3-5-2 e punta tutto su un grande agonismo.

BOTTA E RISPOSTA

La Morrone prova a fare la partita cercando con il gioco di arrivare alla conclusione, ma sono i padroni di casa a trovarle per primi. Greco arriva di testa su un cross di Araco, la palla termina sopra la traversa, ma sono le prove generali del vantaggio. Poi è bravo Gallo al 28’ a difendere un pallone sporco e creare i presupposti per la rasoiata dell’accorrente compagno. Il destro si infila nell’angolino basso e sblocca il risultato. La Morrone non accusa il colpo e risponde con Azzinnaro: è in quel momento che Piazza inizia il suo pomeriggio super e vola a dire di no all’attaccante cosentino. Il pareggio è nell’aria ed è figlio della pressione esercitata. Lo trova Nagore con un destro dal limite a margine di una respinta corta della difesa.

EUROGOL DA TRE PUNTI

La Morrone, galvanizzata dal gol, continua ad attaccare e al 44’ Ferraro dimostra tutte le sue qualità. Azione corale della squadra che libera Casella al cross dalla destra, il bomber si coordina e dal limite trova una rete straordinaria in rovesciata. Il gesto tecnico e il peso specifico della prodezza valgono da soli il prezzo del biglietto. Al break si va sul 2-1, ma anche con la consapevolezza che al rientro degli spogliatoi sarebbe servita fino all’ultima goccia di sudore.


PIAZZA SUPER, BANCE DI PIU’

Il Soriano alza il baricentro alla ricerca del 2-2, ma lascia inesorabilmente praterie alle proprie spalle. Tre volte Gueye sbatte su Piazza, così come Ferraro che va a complimentarsi con l’estremo difensore avversario dopo
l’ennesimo colpo di reni. Dall’altra parte, però, il pipelet granata non è da meno. Al 23’ neutralizza un rigore di Greco, alla mezzora dice di no a Nicolovici con un balzo felino. Dopo il triplice fischio finale soddisfazione nello spogliatoio della Morrone e testa già al prossimo impegno con il Cotronei tra le mura amiche.


IL TABELLINO


SORIANO (3-5-2): Piazza; Cossu (27′ st Stillitano), Romeo, Camara; Popan, Greco, Clasadonte (1′ st Capellupo), Marino (8′ st Traore), Araco (1′ st Macri); Gallo (18′ st Sanchez), Nicolovici. A disp.: Cimato, Loiacono, Cantelmi, Carpino. All.: Parentela
MORRONE (4-3-3): Bance; De Luca, Bacilieri, Bruno, D’Acri; Casella, Nagore, Misuri (30′ st De Marco); Azzinnaro (18′ st Novello), Ferraro, Gueye. A disp.: Risoli, Pansera, Barbieri, Granata, Stamati, Leta, Nicoletti. All.: Stranges
ARBITRO: Femia di Locri
MARCATORI: 28′ pt Greco (S), 32′ pt Nagore (M), 44′ pt Ferraro (M).
NOTE: Spettatori circa 100 con rappresentanza ospite. Al 23′ st Bance (M) respinge un rigore a Greco. Ammoniti: Stillitano (S) Bruno (M), Nicolovici (S), Nagore (M). Angoli: 5-3. Recupero: 2′ pt – 5′ st

Tags
Mostra altro

Alessandro Storino

Sono nato a Cetraro nel 1983, dove vivo ancora oggi. Maturità scientifica e studi universitari lasciati a metà in Scienze della Comunicazione. Ho lavorato per anni con le maggiori testate giornalistiche locali (La Provincia, Calabria Ora, Il Quotidiano della Calabria). In passato ho collaborato con Gianluca Di Marzio e diversi siti nazionali che si occupano di calcio. Radiocronista per diletto. Sono terribilmente affascinato dallo storytelling sportivo. Con Cosenza Channel dal 2015. Mi occupo principalmente del calcio dilettantistico della nostra provincia. Nella vita di tutti i giorni sono un impiegato amministrativo. Sposato con Federica e papà di due splendide bambine: Giulia e Sofia.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina