Rende Calcio

Rende, tonfo due risultati utili. Il Monopoli si impone per 2-1

Fella e Cuppone affossano il Rende e danno i tre punti al Monopoli. Per la formazione di Tricarico è di Rossini il gol della bandiera.

Al Rende non riesce il terzo risultato utile consecutivo. Vince il Monopoli, che sale al terzo posto nella graduatoria generale con i gol di Fella e Cuppone. Rende dinamico e pericoloso solo nella prima parte della gara, quando, sotto di un gol, l’arbitro non concede un presunto gol realizzato da Rossini. Il pallone, portato in porta da un colpo di testa di Rossini (di nuovo al gol), sembra (dalle immagini Eleven Sport a disposizione) essere entrato superando la linea. Battuta d’arresto, quindi, per la squadra di Andrea Tricarico, costretto a raschiare, conseguenza della vittoria del Sicula Leonzio, il fondo della classifica da sola. “Non basta avere una fisionomia di gioco, servono i punti. Secondo me – è l’analisi dell’allenatore del Rende – , nel primo tempo abbiamo fatto un passo indietro. Il Monopoli è entrato molte volte nella parte centrale del campo. Prendendo gol dopo che ci hanno annullato il nostro, i ragazzi hanno saputo reggere. Nella ripresa ci è mancata la cattiveria sotto porta. Se non tiri nello specchio, partite difficilmente ne vince. Vitofrancesco ha messo dentro 6-7 cross… manca intensità di conclusione in quella parte di campo. Altro nostro limite, quello dei tiri aerei”. 

Le scelte di Tricarico e Scienza 

In panchina viene affiancato da Raffaele Guardia, assoldato lo scorso anno come allenatore degli esordienti biancorossi per motivi di tesserino e norme federali (la deroga al tecnico ferrarese scadeva in questi primi giorni di novembre). Le scelte sono ancora le sue. Si batte forte sul ferro del 4-3-3. Loviso concede il dispiegarsi della linea verde a centrocampo, Murati, Ndiaye e Scimia. Altra bocciatura per Collocolo. Nel reparto avanzato, Morselli perde la titolarità in luogo di Rossini che insieme a Giannotti sostiene la punta Vivacqua. Beppe Scienza, tornato alla guida del Gabbiano dopo l’esonero di Giorgio Roselli, tenta il passaggio con Fella-Cuppone coppia di punte d’attacco. 

Tre gol, due reali l’altro “fantasma” 

Il Rende voleva lanciarsi via dalla zona bassissima della classifica. Definitivamente. Lo scopo non era irrealizzabile, soprattutto dopo la reazione di gruppo che la squadra ha dimostrato negli ultimi 180 minuti. Il Monopoli, più in forma e reduce di un sorprendente 3-0 al Potenza, non era certamente avversario facile da battere. Però, nell’approccio, la sfida ha avuto un risultato legale e una situazione reale. Rende poco più su in termini di prestazione, Monopoli lontano nel risultato. I biancorossi controllano le folate dei pugliesi, ma al 12’ cadono: Fella di testa sorprende il portiere Savelloni. Sembra un proiettile rimbalzato, negli effetti sulla truppa di Andrea Tricarico: 14’ il tiro di Ndiaye sfila a lato. 4 minuti più tardi, Vivacqua sfonda, ma Antonino esce in copertura spazzando via il pallone. Tuttavia, la forza incertezza avvolge il “Luigi Razza” qualche secondo più tardi. Rossini incorna deciso di testa la palla, Antonino respinge sulla linea. Secondo i calciatori in maglia biancorossa il pallone ha oltrepassato la linea di porta, ma l’arbitro non ravvisa nulla di simile e il gioco continua. Sul ribaltamento immediato di fronte e, graziato dalla momentanea disorganizzazione del Rende, il Gabbiano batte un colpo d’ala e raddoppia: Cuppone batte Savelloni con una girata sottoporta. L’attaccante potrebbe replicare al 26’, ma la sfera tocco l’esterno della rete. Al Rende va riconosciuto il merito di non farsi abbattere dal modo in cui è venuta a snocciolarsi la pratica domenicale. Il fronte si ricompatta trovando il gol al minuto 37. Nuovo colpo di testa, ancora più fermo e decisivo del precedente, di Rossini (l’assist è di Vitofrancesco) e pallone nel sacco. 

Vince il Monopoli 

Nella ripresa il gioco si fa più duro. Non nella competizione, ma nel calibro degli interventi fisici. Ne esce una partita frammentata e protratta a rilento. L’unico che cerca di fare qualcosa nelle fila dei padroni di casa è Massimo Loviso, entrato al posto di Murati. L’ex regista di Chievo e Cosenza mette al servizio della squadra il piede pregiato dai calci di punizione. La forza delle due squadre, nel porre, palla a piede, manovre ddi gioco, è andata ad annacquarsi. Antonino non corre eccessivi rischi. I tentativi biancorossi non incidono in modo significativo, dando la capacità agli ospiti di tornarsene a casa con tutto il bottino tra le mani e di salire al terzo posto in classifica ad un solo punto dalla Ternana. 

Il tabellino di Rende-Monopoli 1-2

RENDE (4-3-3): Savelloni, Vitofrancesco, Bruno, Germinio, Blaze, Murati (7′ st Loviso), Ndiaye (7′ st Collocolo), Scimia (35′ st Godano), Rossini (27′ st Morselli), Vivacqua, Giannotti. In panchina: Palermo, Borsellini, Cipolla, Ampollini, Libertazzi, Nossa, Sommets, Drkusic. Allenatore: Guardia-Tricarico.
MONOPOLI (3-5-2): Antonino, Tazzer (15′ st Tuttisanti), De Franco, Ferrara, Rota, Carriero (15′ st Mercadante), Giorno, Piccinni, Antonacci (30′ st Mariano), Cuppone (30′ st Pecorini), Fella (27′ st Salvemini). In panchina: Milli, Menegatti, Maestrelli, Nina, Nanni. Allenatore: Scienza.§
MARCATORI: 12′ pt Fella, 19′ pt Cuppone (M), 37′ pt Rossini (R)
ARBITRO: Marini di Trieste
NOTE:  angoli: 5-2 per il Monopoli. Ammoniti: Tazzer, Piccinni, Mercadante (M), Ndiaye, Giannotti, Murati (R). Recuperi: 1′ pt, 3′ st.

Mostra altro

Antonio Clausi

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 2010 ha lavorato fin dal 2007 presso le redazioni de “La Provincia Cosentina”, di “Calabria Ora”, di “Cronache del Garantista” di cui coordinava i servizi per la Calabria, e del “Quotidiano del Sud”. Dal 2008, inoltre, collabora attivamente con CosenzaChannel.it. Spesso ospite di talk-show televisivi e radiofonici, ha come hobby i 33 giri e la musica.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina