Cronaca

Dispositivo anti abbandono bambini, quello che c’è da sapere

Entra in vigore da oggi l'obbligo del conducente di installare il dispositivo anti abbandono bambini all'interno del veicolo. Ecco tutte le novità.

Dispositivo anti abbandono bambini obbligatorio da oggi. La norma è regolamentata dall’articolo 172 del codice della Strada che, in sostanza, obbliga l’installazione a bordo dei veicoli di un dispositivo di allarme che serve a prevenire l’abbandono dei bambini di età inferiore ai quattro anni. Il dispositivo si attiva nel caso in cui i genitori si allontanano dimenticandosi il proprio figlio in auto. C’è quello che si integra al seggiolino oppure quello indipendente dal sistema di ritenuta del bambino. In commercio ci sono quelli funzionanti via blutooth oppure con l’accendisigari. Il costo varia dai 60 ai 100 euro. Istituto inoltre nel recente Decreto Fiscale un fondo e il riconoscimento di un contributo economico di 30 euro per ciascun dispositivo acquistato, detraibile dalla dichiarazione fiscale.

Dispositivo anti abbandono bambini, cosa si rischia?

L’obbligatorietà a partire da oggi ha allarmato tutti i genitori e i commercianti che si sono fatti trovare, la maggior parte, impreparati a questa novità, visto che in precedenza era stata stabilita una tolleranza di 120 giorni. Oggi, invece, non è così e chi non sarà minuto di questo dispositivo anti abbandono bambini rischia una multa da 81 a 326 euro, la decurtazione di 5 punti dalla patente e la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi in caso di recidiva nel biennio.

Tags
Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo per la cronaca giudiziaria nel Distretto di Catanzaro. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina