Rende CalcioSerie CSport

Il Rende torna a sorridere: Picerno battuto

Il Rende torna a sorridere: Picerno battuto

di GIULIO CAVA

Torna alla vittoria il Rende di Tricarico che fa seguito al punto ottenuto in trasferta a Francavilla Fontana. I biancorossi, trainati dal gol del redivivo Nossa, salgono in doppia cifra di punti (10) in classifica abbandonando l’ultima posizione ma sempre nel pieno della zona rossa. Le intenzioni delle ultime apparizioni non hanno smentito il rendimento in crescita della squadra, costretta tra tante difficoltà a giocare in un campionato anomalo lontano dal “Marco Lorenzon”. Il secondo successo (il primo risale alla vittoria contro il Sicula Leonzio) dà morale e stima al gruppo biancorosso, che ora è chiamato nel turno prossimo a vedersela con la battistrada del girone, la Reggina di Mimmo Toscano.

Le scelte di Tricarico e Giacomarro

Ulteriore conferma al 4-3-3. Nossa titolare con il trio verde a centrocampo: Collocolo, Murati e Scimia. Tridente composto da Rossini, Vivacqua e Giannotti. Il piccolo Picerno di mister Giacomarro arriva alla sfida forte del 3-4-3. Davanti a Pane sfilano Caidi, Fontana e Bertolo. A centrocampo c’è l’esperienza di Calamai, mentre in avanti Santaniello era sostenuto da Kosovan e Esposito.

Nossa subito in gol

L’uomo della partita è Devis Nossa. All’undicesimo colleziona il gol della vittoria finale e conduce, alla prima partita con Tricarico allenatore in comando, una prestazione all’insegna della sicurezza difensiva davanti al portiere Savelloni, impegnato seriamente negli ultimi 10 minuti. In occasione del gol, il difensore è stato caparbio nell’intercettare di testa un pallone calciato da Murati (punizione). Il bis lo sfiora Vivacqua, mentre il Picerno martella appena tre minuti dopo le mezz’ora: Fontana aggancia un cross da calcio piazzato, Savelloni è molto bravo nel deviare la botta in angolo.

Tricarico soddisfatto, ma chiede di capitalizzare di più

Andrea Tricarico è contento: «l’importante era vincere, lo abbiamo fatto in modo forte. Soffrendo fino alla fine in situazione di calci di punzione, ma siamo stati pericolosi. Ancora ci manca qualcosa – dice – nella capitalizzazione delle occasioni che si vengono a creare». Tricarico vede un «Rende improntato verso le mie idee di gioco e il modo personale di interpretare il calcio. Domenica scorsa siamo stati poco incisi, oggi ce l’abbiamo fatta su calcio piazzato. Questo per me è motivo di orgoglio e soddisfazione. Era vitale vincere meritatamente».

Cinismo

Il Picerno non si desta a seguito del gol subito. Tornati in campo, sono gli uomini e i ragazzi di Andrea Tricarico a spalleggiare la difesa dei pugliesi. Al 7’ Collocolo si divora (letteralmente) il raddoppio nel battere a porta vuota dopo che il pallone aveva sbattuto sul palo (tiro di Giannotti). 3 istanti più tardi, si fa vivo Rossini che sbaglia nel tentativo di trovare le reti avversarie. La partita non eccelle per numero di occasioni. Quando Nossa e compagni (parlando della difesa) hanno una piccola svista è Savelloni a salvaguardare il prezioso punteggio: al 38’ st il portiere è sostenuto da una buona dose di fortuna quando Piterresi sfiora il palo. L’assedio è debole, vince la squadra che ha scoperto una parte di cinismo.

Il tabellino di Rende-Picerno 1-0

Rende (4-3-3): Savelloni; Vitofrancesco, Nossa, Bruno, Blaze; Collocolo (33’ s.t. Cipolla s.v.), Murati, Scimia; Rossini, Vivacqua, Giannotti (20’ s.t. Origlio). All. Tricarico.
Picerno (3-4-3): Pane; Caidi (23’ s.t. Nappello), Fontana, Bertolo; Melli (16’ s.t. Vanacore 6), Pitarresi, Calamai, Guerra (7’ s.t. Calabrese); Kosavan, Santaniello, Esposito (7’ s.t. Lorenzini). All. Giacomarro.

Marcatori: 10’ pt Nossa (R).
Arbitro: Virgilio di Trapani.
Note: paganti 165, incasso 765 euro. Ammoniti: Giannotti, Bruno (R); Guerra, Fontana, Giacomarro, Kosovan (P). Angoli 2-1 per il Picerno.

Tags
Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina