Cosenza Calcio

Ascoli-Cosenza: rose a confronto per valore di mercato, minuti e gol

Ascoli-Cosenza sarà una gara ostica per i rossoblù. Almeno leggendo i numeri relativi al valore di mercato e all'esperienza maturata in B...

Guai a sottovalutare l’Ascoli. La formazione allenata da Paolo Zanetti occupa una posizione di classifica intermedia, ma è capace di ottime prestazioni. Basta prendere in esame i numeri che saltano fuori dal confronto tra la rosa marchigiana e quella del Cosenza per capire il grado di difficoltà.

Maggiore esperienza

I calciatori rossoblù hanno quasi la metà dei minuti giocati in Serie B rispetto ai bianconeri. Ninkovic e soci ne vantano 207.078, mentre dalle parti del Marulla ci si ferma a 118.762. L’elemento che ha più gettoni di presenza tra i cadetti è Ardemagni (330), seguito da Troiano (326). Una curiosità? Il gradino più basso del podio è occupato da Schiavi (290), che però nel campionato in corso non è mai sceso in campo. Il difensore dei Lupi, però, guardando al minutaggio, viene subito dopo il bomber bianconero. Differenza evidente, ma non netta, anche per le stagioni complessive vissute dai giocatori nella seconda serie nazionale. L’Ascoli ne ha 134, mentre il Cosenza si ferma a 95. Tornando ai singoli, però, Schiavi e Troiano ne vantano 15 a testa. A ruota il dato delle partite: 2.882 per i padroni di casa, 1.690 per i calabresi. 

Litteri dopo Ardemagni

Ardemagni ha dalla sua la forza dell’età e 108 centri. Per trovare qualcuno alle sue spalle bisogna prendere in esame Litteri che ha bucato 40 volte il portiere avversario. Per lui vale un discorso simile a quello fatto per Schiavi: con il Cosenza non ha mai fatto gol. Troiano ha esultato in 35 occasioni, Sciaudoneinvece in 25. Nel campionato in corso, invece, Da Cruz è il miglior realizzatore per il Picchio con 5 marcature, Pierini e Bruccini per silani con 3.   

Ascoli-Cosenza: il valore delle rose

Guardando ai valori forniti dal portale transfermarket.com, l’organico dell’Ascoli vale sulla carta più del doppio di quello del Cosenza. Il presidente Neri amministra un parco calciatori di 21,20 milioni, mentre Guarascio lo fa “solo” per 10,90 milioni. Non considerando i calciatori di proprietà e quelli in prestito, Gravillon ha un valore di mercato di 5 milioniNinkovic  di 2,5 milioniPiccinocchi e Da Cruz di 1,5 milioni. Dall’altra parte della barricata è Lazaar l’elemento più quotato con 1 milione di euro. A seguire Baez con 900mila e il tandem Pierini-Rivierecon 800mila. 

Mostra altro

Antonio Clausi

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 2010 ha lavorato fin dal 2007 presso le redazioni de “La Provincia Cosentina”, di “Calabria Ora”, di “Cronache del Garantista” di cui coordinava i servizi per la Calabria, e del “Quotidiano del Sud”. Dal 2008, inoltre, collabora attivamente con CosenzaChannel.it. Spesso ospite di talk-show televisivi e radiofonici, ha come hobby i 33 giri e la musica.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina