Spettacolo & Cultura

Cosenza, il caso dei Codici Miniati: se ne parla alla Civica

Si affronterà il tema di cosa sono i Codici Miniati, particolari opere d’arte realizzate tra il Medioevo e Rinascimento.

“Conservare Tutelare Diffondere. Il Ruolo delle Biblioteche nella Salvaguardia del Patrimonio culturale. Il caso dei Codici Miniati un tesoro da disvelare” è il titolo del prossimo incontro presso la Biblioteca Civica di Cosenza – 12 dicembre 2019. 

Ada Arilotta Sovrintendente Archivistica e Bibliografica della Calabria e Antonella Gentile Direttrice della Biblioteca Civica di Cosenza sottolineeranno l’importanza sociale per la comunità nel divulgare questi tesori e conoscenze al pubblico. 

Si affronterà il tema di cosa sono i Codici Miniati, particolari opere d’arte realizzate tra il Medioevo e Rinascimento. 

Grazie all’unione delle più avanzate tecniche di riproduzione digitale disponibili con le più raffinate competenze artigianali nella realizzazione di volumi, oggi diviene possibile ri-creare una copia dall’originale, praticamente identica. 

Gerardo Casale Responsabile della Produzione Editoriale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana – Treccani affronterà il tema della riscoperta, restauro e riproduzione di un Codice Miniato. 

Il 12 dicembre alle h. 16,00 presso la Biblioteca Civica di Cosenza si terrà una giornata di studio dal titolo “Conservare Tutelare Diffondere. Il Ruolo delle Biblioteche nella Salvaguardia del Patrimonio culturale. Il caso dei Codici Miniati un tesoro da disvelare.” che avrà come obiettivo principale quello di illustrare i compiti e i ruoli delle Istituzioni pubbliche quali le Biblioteche nella tutela e salvaguardia del patrimonio culturale e l’importanza che da ciò deriva per le opportunità di promozione sociale e sviluppo culturale delle comunità. Su questo interverranno la dott.ssa Ada Arilotta Sovrintendente Archivistica e Bibliografica della Calabria e la dott.ssa Antonella Gentile Direttrice della Biblioteca Civica di Cosenza

In particolare, sarà posto l’accento su una specifica produzione libraria tipica del Medioevo e Rinascimento che sono i Codici Miniati, particolari opere d’arte frutto della perizia di dotti amanuensi e del talento di straordinari miniatori spesso tra gli artisti più importanti dell’epoca. Di questi aspetti ci parleranno il Prof. Pietro Dalena dell’Università della Calabria e il dott. Valerio Vernesi storico dell’arte consulente della Treccani. L’intrinseca deperibilità di questi oggetti ne ha praticamente determinato una vera e propria eclissi, costretti ad essere salvaguardati in particolari condizioni microclimatiche – il dott. Abastante racconterà l’esperienza del Codex Purpureus di Rossano Calabro – o più semplicemente conservati senza la possibilità di consultazione alcuna stante la necessaria esigenza di evitare contatti o esposizioni alla luce. 

Affinché questo inestimabile patrimonio sia salvato dall’oblio, Il contesto attuale offre una opportunità unica per riportare alla vita questi particolari oggetti, coniugando le tecniche tecnologicamente più avanzate di riproduzione digitale con le più raffinate competenze artigianali nell’allestimento dei volumi, l’obiettivo finale é una ri-creazione più che fedele, identica rispetto all’originale. Perché tutto questo sia possibile è però necessario effettuare ricerche preventive, istituire rapporti ufficiali con le più importanti Biblioteche del mondo ed eventualmente restaurare i volumi che si intendono riprodurre. Un viaggio affascinante di cui ci parlerà il dott. Casale, da anni alla guida della produzione editoriale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana – Treccani. 

Il risultato finale è una riemersione di un patrimonio storico e artistico altrimenti non più fruibile e, per il grande pubblico, una nuova visione della storia dell’arte più avvertita e consapevole. Il dibattito sarà moderato dalla dott.ssa Rita Fiordalisi Direttrice della Biblioteca Nazionale di Cosenza e vedrà i saluti del dott. Franco Iacucci Presidente dell’Amministrazione provinciale di Cosenza

Tags
Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina