Seconda e Terza Categoria

Il Sibari risponde: “Themesen, noi rammaricati. Disponibili al rinvio però…”

La formazione della Polisportiva Themesen aveva diramato un lungo comunicato stampa per spiegare la loro assenza nel match con il Sibari.

Dopo il comunicato di ieri della Polisportiva Themesen (leggi qui), riceviamo e pubblichiamo la risposta del Sibari Calcio:

“La ASD Sibari Calcio nella persona dei Dirigenti, in riscontro al comunicato stampa, del 12/12/2019, della Polisportiva Themesen, sente l’obbligo di effettuare delle puntualizzazioni. A seguito della prematura scomparsa del Dirigente della Polisportiva Themesen, il sig. Edoardo Parrilla e della manifestata impossibilità di partecipazione della squadra alla partita contro il Sibari, la Dirigenza del Sibari Calcio, in piena condivisione delle ragioni della Polisportiva Themesen e per senso solidaristico, ha dato la piena disponibilità a rimandare l’incontro calcistico ad altra data, ovvero alla data del 29 dicembre.

La Dirigenza del Sibari Calcio ha manifestato la necessità di recuperare la partita di domenica, atteso che è l’unico giorno in cui i propri giocatori sono liberi da impegni lavorativi.

La ASD Sibari Calcio si è resa dunque immediatamente disponibile a rinviare l’incontro calcistico, aderendo alla richiesta inoltrata dalla stessa Polisportiva Themenes alla Lega. La Lega, per tutta risposta e in ossequio al Regolamento, ha negato il posticipo alla data del 29 dicembre, imponendo lo svolgimento dello stesso nei tre giorni successivi alla data calendarizzata.

La ASD Sibari Calcio, attesa la decisione della Lega, ha rappresentato ai Dirigenti della Polisportiva Themesen la disponibilità di svolgere l’incontro nei tre giorni, per come imposto dalla Lega, ma in orario serale, previa comunicazione del campo sportivo disponibile ad ospitare la partita e all’assolvimento di eventuali spese. Purtroppo la Polisportiva Themesen non si è fatta carico né di ricercare il campo sportivo, né delle spese necessarie per l’espletamento dell’incontro calcistico. E’ solo alla luce di quanto verificatosi che il Sibari Calcio si è presentato all’incontro calendarizzato.

Orbene, asserire che il Sibari Calcio abbia avuto paura che nel giorno indicato per il recupero alcuni suoi giocatori di punta non sarebbero stati presenti e quindi avrebbero perso la partita, non risponde al vero. Si ribadisce, anche in questa sede, che il Sibari Calcio avrebbe potuto tranquillamente giocare la partita di recupero nei tre giorni dettati dalla Lega, ma esclusivamente nelle ore serali, perché gran parte dei propri giocatori nelle ore diurne, sono occupati lavorativamente.

Non c’è stata, invece, alcuna mobilitazione della Polisportiva Themesen a ricercare un campo sportivo disponibile ad ospitare la partita di sera, né tampoco, ad accollarsi le spese relative dell’incontro stesso. Appare dunque spropositata l’espressone rivolta al Sibari Calcio di aver perso la sensibilità e la dignità, rispetto alla vita umana, per una partita vinta a tavolino.

La ASD Sibari Calcio si rammarica di quanto accaduto e nell’occasione sente forte il dovere e l’obbligo di precisare che il Campionato di terza categoria al quale partecipa, come la Polisportiva Themenes, è un Campionato dilettantistico; che i giocatori che compongono la squadra sono per lo più uomini che lavorano e che hanno famiglia; che per loro giocare è solo uno svago.

A ciò si aggiunga, per finire, che il Sibari Calcio non ha pretese di vincere il Campionato, ma solo quella di partecipare, divertire e divertirsi, senza ledere alcuno, senza scorrettezze e soprattutto senza perdere i valori umani che da sempre lo hanno accompagnato e che ancora oggi, anche alla luce di quanto verificatosi, lo contraddistinguono.

La ASD Sibari Calcio esprime il proprio dispiacere per i fatti accaduti e, al di la di tutto, reitera le più sentite condoglianze alla Polisportiva Themesen. Ci si augura di chiarire quanto prima eventuali equivoci e di giocare serenamente un buon calcio. Un augurio di Buon Natale”.

Mostra altro

Alessandro Storino

Sono nato a Cetraro nel 1983, dove vivo ancora oggi. Maturità scientifica e studi universitari lasciati a metà in Scienze della Comunicazione. Ho lavorato per anni con le maggiori testate giornalistiche locali (La Provincia, Calabria Ora, Il Quotidiano della Calabria). In passato ho collaborato con Gianluca Di Marzio e diversi siti nazionali che si occupano di calcio. Radiocronista per diletto. Sono terribilmente affascinato dallo storytelling sportivo. Con Cosenza Channel dal 2015. Mi occupo principalmente del calcio dilettantistico della nostra provincia. Nella vita di tutti i giorni sono un impiegato amministrativo. Sposato con Federica e papà di due splendide bambine: Giulia e Sofia.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina