sabato,Aprile 13 2024

Sequestrate armi in via Popilia: usate di recente dalla criminalità?

Ieri mattina la questura di Cosenza ha eseguito una serie di perquisizioni domiciliari a carico di soggetti residenti nella zona “Ultimo Lotto” in via Popilia, roccaforte del gruppo criminale denominato “clan degli zingari”. Nel corso delle perquisizioni, effettuate proprio a pochi giorni dall’esecuzione dei fermi dell’operazione “Testa di Serpente”, gli uomini della Squadra Mobile di

Sequestrate armi in via Popilia: usate di recente dalla criminalità?

Ieri mattina la questura di Cosenza ha eseguito una serie di perquisizioni domiciliari a carico di soggetti residenti nella zona “Ultimo Lotto” in via Popilia, roccaforte del gruppo criminale denominato “clan degli zingari”. Nel corso delle perquisizioni, effettuate proprio a pochi giorni dall’esecuzione dei fermi dell’operazione “Testa di Serpente”, gli uomini della Squadra Mobile di Cosenza hanno rinvenuto diverse armi e munizioni occultate all’interno di alcune cassette di derivazione della Telecom, poste nell’androne di alcuni palazzi.

Sequestrate armi in via Popilia, l’elenco completo

La Questura di Cosenza ha trovato una pistola a tamburo cal. 32– Smith & Wesson, una pistola semiautomatica cal. 22 LR marca, già rifornita di 6 cartucce e una pistola semiautomatica cal. 25 ACP, con caricatore contenente una cartuccia. E ancora: una pistola a tamburo cal. 38 Smith & Wesson, una pistola semiautomatica cal. 6.35, con caricatore contenente 6 cartucce e una cinquantina di cartucce di vario calibro, tra cui alcune 38 sp di tipo wad cutter (ad alta offensività). Armi e munizioni sequestrate e oggetto di successivi e più approfonditi esami per verificare se possano essere state utilizzate in qualche recente evento delittuoso.

Articoli correlati