Rende Calcio

Rende avanti due volte, la Casertana ringrazia D’Angelo (2-2)

Rende avanti con Giannotti e ripresa una prima volta. Nella ripresa nuovo vantaggio con Morselli su rigore, ma la Casertana strappa il 2-2

Non riesce a vincere il Rende, rientrato per la prima volta in questa stagione nel perimetro del territorio della provincia di Cosenza. Non è il Marco Lorenzon, ma il San Vito Gigi Marulla a pochi minuti di macchina dalla città di riferimento. Per due volte in vantaggio (Giannotti e Morselli) la Casertana ha ricalcato colpo su colpo (doppietta D’Angelo) arrivando per poco ad espugnare il campo da gioco del Cosenza calcio, ampiamente vuoto tranne qualche sprazzo del settore ospiti delle tribune zona ovest. Il punto è una magra consolazione per il Rende ed un’opportunità sprecata per la Casertana di avvicinare il decimo posto. I biancorossi agganciano il Bisceglie che nel pomeriggio è uscito sconfitto dal Ceravolo di Catanzaro. Il mercato in corso dovrà necessariamente portare calciatori strutturati, in particolare in difesa e centrocampo al fine di raddrizzare meglio una squadra che mostra delle potenzialità ma vanno assortite e condotte verso un indotto costruttivo. 

Le scelte dei due allenatori

Confermato il tridente per mister Andrea Tricarico, appoggiato in panchina da Raffaele Guardia in rispetto delle normative federali. Morselli e Giannotti agiscono ai lati di Rossini. A centrocampo Murati è assistito da Cipolla e Scimia. La Casertana cerca di agganciare il treno playoff con la coppia offensiva Starita-Castaldo. In difesa D’Angelo dà una possibilità al giovane Clemente che gioca assieme a Rainone e Caldore.

Il Rende incalza, la Casertana rincorre

Nell’approccio della gara il Rende dà l’impressione di aver introiettato un determinato ordine di gioco. Anche se, nella fase avanzata della partita, II reparti, soprattutto la difesa, si sono dimostrati sdrucciolevoli. Nel primo tempo, i biancorossi si portano in vantaggio al 13’ con un un gol di Giannotti che batte l’ex portiere del Cosenza Cerofolini dalla sinistra. La partita, in un contorno di pubblico poco caloroso tralasciando il centinaio di sostenitori rossoblù provenienti da Caserta, non è coinvolgente. Dopo il vantaggio il Rende cala e i Falchetti (ai quali sono stati negati due gol per diverse situazioni tra fuorigioco e falli commessi in attacco) al 26’ pareggiano. D’Angelo sbuca alle spalle della retroguardia biancorossa e con la compartecipazione del portiere Savelloni insacca alle sue spalle. Il vantaggio è roba di pochi minuti. Il giovane Clemente, al 34’ affossa in area Giannotti e dal dischetto Morselli batte Cerofolini facendogli passare il pallone sotto il fianco sinistro. Le occasioni dei padroni di casa avvengono sui ripiegamenti dei campani in contropiede, mentre i rossoblù si appoggiano alla forza di Zito sulla corsia di sinistra che in sinergia con Starita cercano di aggirare il fronte destro difensivo del Rende, che con i dovuti rinforzi può ambire a mantenere ancora per una stagione la Serie C.

Ancora D’Angelo, pareggio finale                                                                                      

Il lavoro a mister e società non mancherà. In generale la squadra necessita di elementi validi dappertutto, ma difesa e centrocampo sono in ordine le priorità. Il ritrovato pareggio di D’Angelo dopo tre minuti di gioco della ripresa mostra con ogni evidenza le difficoltà dei difensori. Il calciatore campano, servito da Castaldo, si è trovato a realizzare un gol senza una marcatura valida dai difensori del Rende, che dopo il discreto primo tempo tira i remi in barca nei secondi 45 minuti. La Casertana prova a forzare, Ginestra mette dentro anche Floro Flores. Al 23’ Savelloni per poco manda in porta il tiro di Zito deviandolo poi in corner. I ritmi si abbassano, nessuno vuole più vincere. In attesa della B, al San Vito non si va oltre il pareggio. 

Il tabellino di Rende-Casertana

RENDE (4-3-3): Savelloni; Ampollini, Bruno, Nossa, Origlio; Cipolla (16’ st Collocolo), Murati, Scimia; Morselli (26’ st Fornito), Rossini (26’ st Vivacqua), Giannotti (36’ st Ndiaye). A disposizione: Palermo, Borsellini, Godano, Germinio, Blaze, Coly Keba. All.: Tricarico (in panchina Raffaele Guardia). 
CASERTANA (3-5-2): Cerofolini; Clemente, Rainone, Caldore; Longo, D’Angelo, Santoro, Varesanovic (24’ st Paparusso), Zito (34’ st Floro Flores); Castaldo, Starita (45’ st Origlia). A disposizione: Crispino, Zivkov, Gonzalez, Zivkov, Ciriello, Matese, Origlia, De Vivo, Ciardulli. All.: Ginestra. 
ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale. 
MARCATORI: 13’ pt Giannotti (R), 26’ pt D’Angelo (C), 34’ pt Morselli su rigore (R), 3’ st D’Angelo (C). 
NOTE: Spettatori: 391 presenze totali, circa un centinaio da Caserta, con 1990 euro di incasso. Ammoniti: Ampollini (R), Paparusso (C). Espulsi: . Angoli: 6-1 per la Casertana. Recuperi: 1’  pt – st. 

Mostra altro

Giulio Cava

Nato a Cosenza il 24 giugno ai titoli di coda del Novecento. Scrivo dal novembre 2013 di sport e attualità. Ho iniziato a Parola di Vita. Collaboro a Cosenza Channel dal luglio 2017, dopo averlo letto da quando ero piccolo. La prima volta allo stadio in tribuna stampa, da cui mi sono separato pochissime volte. Ho frequentato lo scientifico, studio scienze politiche all'Università della Calabria. Amo il calcio, quello umile. Aspiro a diventare giornalista...forse si...forse no...

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina