Dalla Calabria

Catanzaro, Sergio Abramo nella bufera: Forza Italia lo abbandona

Sergio Abramo, sindaco di Catanzaro, rischia di rimanere col cerino in mano dopo le dimissioni dei consiglieri comunali di Forza Italia.

Sergio Abramo è con le spalle al muro. Il sindaco di Catanzaro è al centro della bufera politica dopo la trasmissione andata in onda su La7, condotta da Massimo Giletti. A “Non è l’Arena”, il presidente del consiglio comunale Marco Polimeni aveva avuto uno scontro molto duro con il conduttore per il caso “Gettonopoli”, scatenando le ire del padre, Lino, noto conduttore televisivo di talk d’attualità e politica, che aveva accusato Sergio Abramo e gli altri di aver mandato in tv un ragazzo che tra le altre cose non è neanche indagato. Subito dopo questo sfogo personale, la minoranza di Catanzaro ha rassegnato le dimissioni e oggi tocca ai membri di Forza Italia, come annunciato dal consigliere regionale uscente Mimmo Tallini.

La nota di Forza Italia

«Il clamore mediatico sull’inchiesta giudiziaria al Comune di Catanzaro, per molti versi ingiusto e forzato da pregiudizi, indebolisce il ruolo del consiglio comunale, avendo incrinato il rapporto di fiducia tra i cittadini e l’istituzione». Secondo l’esponente regionale del partito fondato da Silvio Berlusconi, «i consiglieri comunali di Forza Italia dimostreranno agli inquirenti la correttezza dei loro comportamenti, nonché il loro senso del dovere istituzionale di amministratori pubblici. La fiducia che riponiamo nella magistratura non è di facciata, ma di sostanza». Una fiducia che i consiglieri comunali di Forza Italia non intendono tradire né con l’elettorato né con gli organi giudicanti e per questo motivo hanno deciso di rassegnare le dimissioni «ritenendo nei fatti esaurito il compito di questo Consiglio comunale». Passo indietro anche per gli assessori in quota Forza Italia. 

Le accuse a Sergio Abramo

Il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo da aspirante governatore, non gradito a Silvio Berlusconi che alla fine ha scelto Jole Santelli, rischia di rimanere col cerino in mano, visto che la fine anticipata della legislatura è stata praticamente decretata da Forza Italia. Sul punto, Mimmo Tallini è molto duro: «Chi aveva il dovere di difendere il Comune di Catanzaro e il Consiglio comunale, mettendoci la faccia, non lo ha fatto, preferendo alimentare con il silenzio la falsa immagine di una “separazione” dei ruoli, di un’Amministrazione fatta di buoni e cattivi. Forza Italia sottolinea con preoccupazione anche la paralisi politico-amministrativa degli ultimi mesi, determinata da un’ossessiva ricerca di spazi personali che ha sottratto energie ed impegno all’azione di governo».

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina