Rende Calcio

Rende, pari al veleno con la Vibonese. Rigoli protesta con l’arbitro (1-1)

Libertazzi porta in vantaggio il Rende, poi la Vibonese segna con Emmausso. Rigoli: «Manca un rosso agli avversari e un gol regolare a noi».

Accade tutto in meno di 10 minuto, in uno scorcio della ripresa. Un botta e riposta tra Libertazzi e Prezioso, in una gara che ha sofferto pochissimo sul piano delle emozioni e delle azioni. Rende e Vibonese pareggiano, ottenendo un punto che forse fa più felice il Rende, nella misura in cui si considera il punto come il primo conquistato del tecnico Pino Rigoli. Al di là di questa marginale veduta, il pareggio nel concreto non ha sorriso a nessuna delle due squadre. Il Rende continua ad annacquare nei bassifondi della classifica vedendo sempre più allontanare il 15esimo posto, mentre per la squadra di Modica (sostituito in panchina da Facciolo) è stata un’occasione mancata per entrare nelle prime 10 del girone. «Siamo sulla strada giusta, dobbiamo velocizzare molto la manovra nella speranze di non trovare più terne arbitrali del genere» ha detto Rigoli nel dopogara. 

Le scelte degli allenatori

Pino Rigoli vira su un 4-3-3 che di volta in volta si aggiusta con i la linea dei centrali a 4 per meglio difendere le praterie dagli avversari. Fornito resta a disposizione e a Libertazzi viene concessa nuovamente di partire titolare. In difesa rientra Bruno. Modica si affida al 4-3-3 con Taurino, Bernardotto ed Emmausso in attacco. 

Primo tempo a reti bianche

Il tiro di Petermann respinto sotto l’incrocio da Savelloni è solo un’illusione. La partita si rivelerà davvero inconcludente e noiosa. Sono i rossoblù ad avere dalla loro le occasioni. Al 23’ Emmausso tenta la conclusione da posizione difficile, ma il pallone termine in angolo da cui Prezioso proverà a trovare la porta senza successo. Le formazioni commettono errori in enorme quantità. Il Rende si fa vedere cinque volte dopo la mezz’ora con una botta di Vitofrancesco respinta da Greco. Sul finire Vivacqua conclude troppo alto rispetto alla porta difesa da Greco.

Botta e risposta e gol annullato. Protesta Rigoli

La ripresa non dice nulla di più, a parte i due gol. Non succede davvero nulla, quando al 20esimo Libertazzi porta in vantaggio il Rende. Tutto nasce da un calcio di punizione dalla destra battuto da Giuseppe Fornito. Il calciatore di Trebisacce è esperto nel calciare questi palloni. La palla, sopraggiunta sui piedi di Vivacqua, viene consegnata all’attaccante biancorosso che non sbaglia difronte a Greco. La squadra di casa (che sulla carta gioca come ospite) non ci sta. Dalla panchina vengono alcuni cambi: dentro Pugliese e Napolitano per Rezzi e Taurino. L’effetto sperato arriva. Al 27’ Prezioso indovina la zona di porta e, calciando forte dalla distanza, trova il pareggio. La partita sembra prendere più vita. A ruota (33’) Ciotti impegna Savelloni. Qualche secondo dopo, il Rende vede annullato un gol per posizione di fuorigioco: nell’occasione Redolfi, anticipando Libertazzi, aveva realizzato un autogol. In sala stampa Rigoli protesta: «Oggi la partita è stata decisa dal direttore di gara. Manca un’espulsione alla Vibonese e un gol alla mia squadra. Non capisco perché non si debba applicare il regolamento». Il finale è appannaggio della Vibonese. Al 40’ Pugliese scocca il tiro dalla distanza e Emmausso sbaglia nel ribattere a rete la deviazione di Savelloni. Due minuti dopo il 45’, Prezzabile a due passi da Savelloni spara troppo alto. 

Il tabellino di Rende-Vibonese 1-1

RENDE (4-3-3): Savelloni; Vitofrancesco, Nossa, Bruno, Origlio; Collocolo, Murati, Rossini; Vivacqua (39’ s.t. Godano), Libertazzi, Giannotti (8’ s.t. Fornito). A disp.: Palermo, Borsellini, Ampollini, Germinio, Coly. All. Rigoli.
VIBONESE (4-3-3): Greco; Ciotti (45’ s.t. Del Col), Redolfi, Mahrous, Tito; Prezioso, Petermann (s.t. Prezzabile), Rezzi (21’ s.t. Pugliese); Taurino (21’ s.t. Napolitano), Bernardotto, Emmausso. A disp.: Mengoni, Quaranta, Altobello, Tumbarello, Sgambati, Spinelli, Doko. All. Facciolo.
ARBITRO: Emmanuele di Pisa. 
MARCATORI: Libertazzi (R) al 19’ s.t., Prezioso (V) al 26’ s.t.
NOTE: Paganti 330, abbonati non comunicati, incasso 2025 euro. Espulso Libertazzi (R) al 41’ per doppia ammonizione. Ammoniti Murati, Petermann, Facciolo, Vivacqua, Rossini, Prezioso, Godano. Angoli 5-7. Recuperi 1’pt – 5’ st.

Mostra altro

Giulio Cava

Nato a Cosenza il 24 giugno ai titoli di coda del Novecento. Scrivo dal novembre 2013 di sport e attualità. Ho iniziato a Parola di Vita. Collaboro a Cosenza Channel dal luglio 2017, dopo averlo letto da quando ero piccolo. La prima volta allo stadio in tribuna stampa, da cui mi sono separato pochissime volte. Ho frequentato lo scientifico, studio scienze politiche all'Università della Calabria. Amo il calcio, quello umile. Aspiro a diventare giornalista...forse si...forse no...

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina