CronacaIn evidenza home

Trasferimento immediato per Lupacchini, il legale: «Bonafede si dimetta»

Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede impone a Lupacchini il trasferimento immediato presso la procura generale di Torino.

Il Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Catanzaro, Dott. Otello Lupacchini, ha ricevuto, in data odierna, uno scarno provvedimento del Ministero della Giustizia con il quale gli è intimato di prendere immediatamente servizio a Torino, presso la Procura Generale, ove gli è chiesto di recarsi tra il 29 e il 31 gennaio 2020.

Si tratta di provvedimento gravissimo, in deroga alla disciplina vigente, adottato per finalità esclusivamente politiche – e per nulla afferenti alla funzione giudiziaria svolta – nei confronti del magistrato Lupacchini, verso il quale si continua a infierire in violazione delle più elementari regole di civiltà giuridica.

Al documento, infatti, non è allegato il decreto del Ministro della Giustizia, allo stato ignoto, né è a esso acclusa alcuna motivazione circa l’urgenza, che non viene portata a conoscenza dell’interessato, soprattutto al fine dell’impugnazione e, comunque, indispensabile per comprendere le ragioni di una sollecitudine tanto insolita e al tempo stesso non casuale.

La difesa del Dott. Lupacchini affronta, oggi, la difficoltà di chi opera in un contesto nel quale sono cancellate o mortificate le ragioni difensive e l’esplicazione che di esse garantisce la copiosa interpretazione e applicazione dell’art. 24 della Costituzione.

Il primo febbraio sarà celebrata, a Catanzaro, l’inaugurazione del corrente anno giudiziario senza il Procuratore Generale. Al Dott. Lupacchini – che vive da tempo sotto scorta ed è attualmente esposto a una campagna mediatica di indiscriminata e inaudita violenza che alimenta e accresce il pericolo, già elevato, per l’incolumità personale – risulta, così, applicata una nuova e ulteriore censura sulla relazione che avrebbe dovuto tenere in siffatta occasione istituzionale.

Il ministro della Giustizia – che aveva presentato al CSM una richiesta cautelare di trasferimento del magistrato avente natura politica e disseminata di errori perfino grammaticali – risponda pubblicamente sugli esiti delle denunce invitategli dal Procuratore Generale di Catanzaro Lupacchini e, immediatamente dopo, si dimetta da un Ufficio per ricoprire il quale occorrono, oltre che imparzialità e trasparenza, misura e buon senso.

Tags
Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo per la cronaca giudiziaria nel Distretto di Catanzaro. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina