GiudiziariaIn evidenza home

Ricettazione a Cosenza, imputata assolta: ecco la sentenza

Titolare di un'attività commerciale cinese assolta dal tribunale di Cosenza. L'accusa era di ricettazione, ma passa la linea difensiva.

Il tribunale di Cosenza, nella persona della dottoressa Formoso, ha assolto perché il fatto non sussiste la titolare di una attività commerciale accusata di ricettazione nonchè di aver messo in vendita materiale contraffatto. La donna di nazionalità cinese, difesa dagli avvocati Chiara Penna e Giorgio Loccisano, aveva, secondo la Guardia di Finanza, messo in vendita 3469 giochi raffiguranti personaggi di fantasia Walt Disney Hello Kitty e Spider-Man al fine di procurarsi un profitto pur conoscendone la provenienza illecita poiché merce oggetto di contraffazione secondo gli inquirenti.

Ipotesi sostenuta anche dalla procura che ne ha chiesto la condanna, ma smontata in dibattimento dai difensori. Gli avvocati Penna e Loccisano, infatti, evidenziando anche delle irregolarità al momento della perquisizione, avvenuta senza provvedere alla traduzione degli atti nella lingua dell’allora indagata, hanno rilevato come in ogni caso la donna non fosse a conoscenza della provenienza illecita del bene, che in verità contraffatto non era.

Gli oggetti, pur rappresentando dei personaggi di fantasia noti, non erano in grado per come raffigurati di ledere il bene della fede pubblica, poiché eventualmente dei falsi grossolani. Ipotesi accolta dal tribunale che mandava assolta la titolare dell’attività. La donna, infine, che non torna in Cina da circa un anno, così come i suoi familiari, non era presente in aula e non ha potuto partecipare alla sua udienza poiché è costretta a stare in casa a causa della paura immotivata della diffusione del coronavirus che sta mettendo a rischio diverse attività commerciali dei suoi connazionali.

Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo di cronaca giudiziaria. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina